venerdì 19 gennaio 2018

NOTIZIE FAKE O SISTEMA PER VINCERE LE ELEZIONI?




Si legge nell'artico proposto,   

che : "Il cittadino potrà, con un semplice click, collegarsi al sito della Polizia di Stato (www.commissariatodips.it) e, fornendo la sua mail e l'url che riporta alla notizia falsa, segnalarla alle autorità."

Non è casuale che l'annuncio dell'attivazione del servizio avvenga proprio in campagna elettorale e dopo i continui moniti del segretario del Pd, Matteo Renzi. " 

Fondamentalmente sono d'accordo con questa idea che bisogna bloccare coloro che spargono notizie infondate o fake nelle rete, il problema semmai è che non c'è certezza che vengano fermati solo coloro che spargono notizie fake, perchè certamente questo strumento potrebbe essere usato anche per limitare e controllare la campagna politica nazionale e favore o contro un partito o soggetto. Non si può sapere con sicurezza se tale strumento non venga usato per limitare la libertà di pensiero di vari opinionisti che vogliono esprimere il loro disappunto su questo o quel candidato o su questo o quel partito e sui vari programmi proposti nella campagna elettorale, per cui temo che si ci sarà una limitazione delle notizie non vere  certamente utile, ma anche verrà usato per controllare e limitare l'espressione di pensiero nella rete da parte di chi vuol appunto esprimere un parere positivo o negativo. Mi chiedo coloro che sorvegliano questo strumento di che aerea politica sono? No, perchè sapete, se attualmente il governo tecnico è dichiaratamente di sinistra propone questa misura, mi chiedo se lo stesso governo non farà la parte del leone riducendo al silenzio molti altri che magari possono aver opinioni contrarie rispetto al governo stesso, criticando in modo più marcato l'operato del governo e quindi la sinistra. Non vorrei mai che questa misura serva invece a ridurre al silenzio coloro che sono di aerea diversa dalla sinistra, vedremo se mi sarò sbagliato! 

Ovviamente questo servizio se non si è capito ha anche un altro scopo che non cesserà la sua funzione con la campagna elettorale, ma anzi continuerà e se dovesse vincere la sinistra un altra volta, diventerà un mezzo per stanare chi dovesse essere avverso alla sinistra stessa, temo che questo strumento nel tempo acquisterà una forza dirompente anche perchè senza ombra di dubbio verrà usato da persone di ogni sorta per farsi la guerra l'un con l'altro, per cui alla fin fine lo scopo è quello di ammutolire tutta la popolazione e cercare i facinorosi non tanto di eventuali fake, che è giusto, quanto per ridurre al silenzio chiunque non è di quel pensiero e di quella parte, considerando che potrebbe benissimo essere anche uno strumento per favorire o limitare certe idee e pensieri, sicuramente per individuare personaggi scomodi che magari sono inoffensivi ma che per il sistema, potrebbero essere assai scomodi. 

Si presume che essendo il servizio non retroattivo, vada in vigore da ora e non prenda argomenti pubblicati tempo addietro, già noti. 


sabato 13 gennaio 2018

Proposta di legge: I nullatenenti.


NULLATENENTE!!!


Molto spesso si sente parla di gente che combina tutti i reati del mondo specie di tipo economico- finanziario, come furti, truffe, ect. e si dicono Nullatenenti, per cui lo stato non può agire contro di loro, perchè a detta di questi non possedendo nulla, nulla si pensa che non possa essere a loro confiscato dallo stato o da un tribunale, ma siamo veramente certi che non si possa far nulla contro costoro? 
Io credo che esista il modo per ottenere giustizia. 

Partiamo dal fatto cos'è un nullatenente lo dice la parola stessa, colui che non detiene nulla nelle proprie mani, ne ricchezze, ne averi, cioè un povero, un indigente, un bisognoso, cioè che non possiede beni fondiari ed immobiliari. 

Ora a parte il povero di strada che proprio si sa essere realmente povero, ma tra questi esistono anche coloro che truffano chiunque, compreso lo stato e certamente non sono barboni, e non sono vestiti come poveri e spesso vivono e sono mantenuti da persone a loro legati, come può essere una moglie o un marito, ma anche parenti. Ora se una persona si dichiara Nullatenente significa che non ha neppure un soldo in tasca per mangiare, vestire, dormire, far benzina, prendersi un caffè, etc; molto spesso invece si vedono nullatenenti che non solo si prendono qualsiasi cosa, ma anche sono vestiti come persone ricche, C'è da chiedersi come possano tener un tenore di vita agiato, quando si dichiarano Nullatenenti? Da ciò si comprende che il Nullatenente si appoggia a qualcun altro, che gli da quello che necessita, (moglie, marito, figlio, parenti, amici) tutte queste persone sicuramente hanno un accordo segreto con il Nullatenente e permettono segretamente allo stesso di attingere a conti personali, dove i parenti sono intestatari. Oltretutto il nullatenente può ritirare e versare qualsiasi cosa nello stesso,  C.c. gli eventuali danari guadagnati illegalmente. Ora la legge dovrebbe agire contro costoro, cioè contro coloro che che sono in linea ereditaria imparentati con il nullatenente, o legati da qualche vincolo tipo il matrimonio o convivenza perchè solo costoro possono effettivamente aiutare il soggetto che si dice nullatenente e a tutti gli effetti potrebbero aver un indebito beneficio, considerando anche che difficilmente un Nullatenente può dar i soldi che "trova" a gente estranea, se non direttamente a parenti o coniugi; senza ombra di dubbio una moglie o i figli potrebbero essere beneficiari dei soldi derivati dalle truffe, inganni ed altro che questi possono fare ai danni di chiunque, anche se questi potrebbe non sapere direttamente  o realmente la provenienza di tali entrate, ma il fatto stesso che attingono al medesimo c.c. o ad un prestanome di fiducia quasi sempre un familiare  o un figlio anche minorenne, fa capire che il familiare è colluso con il nullatenente.  Quindi di conseguenza è giusto pensare e considerare che qualsiasi parente consanguineo o qualsiasi persona legata al nullatenente con legame matrimoniale o di convivenza, risposta fiscalmente ai danni prodotti dal nullatenente ad altri. Quindi che costoro paghino al posto del nullatenente, perchè non è giusto, che migliaia di truffati debbano vedere i loro risparmi, fatiche, beni sottratti da un nullatenente qualsiasi, e che questo possa farla franca, per cui è giusto pensare e considerare che la legge si debba rifare sulla parentela e/o sui familiari stretti, moglie, marito e figli, per il recupero delle somme dovute. Inoltre tale azione porterebbe alla scomparsa del nullatenente, perchè non sarebbe più vantaggioso, per i familiari e parenti tener una persona del genere presso di loro, per cui si incentiverebbe molto di più la volontà di togliersi questo impiccio e rendere la persona nullatenente un soggetto fiscalmente normale come tutti. 

Spesso i nullatenenti guidano macchine lussuose.

Quindi ecco la mia proposta di legge, molto semplice:

Per chi commette reati e si dichiara nullatenente, ci si rifà sui parenti stretti,  fino al 3 grado di parentela e congiungi o anche conviventi solo fino al primo grado, come coloro che rispondono al posto del nullatenente, perchè ospitando in casa loro il nullatenente, ma anche usano mezzi cose di proprietà di altri, in pratica accettano quello che costui è, in toto. Per cui ogni bene di costoro può essere pignorato per far fronte al maltolto verso altri. 

Perchè è indubbio che un Nullatenente che vive come un signore e gira con l'auto pagando anche il caffè agli altri, non può essere tale,  per cui chi gli da aiuto, dormire, mangiare etc,  è colui che lo sostiene per cui può anche prendersi la responsabilità di quanto il nullatenente magari malfattore va facendo, perchè è certo che costoro sanno di quanto quel nullatenente fa, è impossibile che non si sappia. 

In questo modo il nullatenente sparirà definitivamente dalla faccia della terra e la magistratura sarà alleggerita sicuramente e tanti debiti ritorneranno nella tasche non solo dello stato ma anche di molti altri cittadini che forse ancora attendono che la giustizia faccia il suo corso..

Boanerges Yhwhnn.

giovedì 11 gennaio 2018

UNA MIRIADI DI LISTE INUTILI- VOTIAMO POPOLO IN MOVIMENTO

Ogni volta che in Italia si deve votare per eleggere un partito di governo, ecco che spuntano fuori miriadi di partitini o liste , questo avviene sopratutto quando la sinistra si vede spacciata, quando la sinistra non ha la certezza di essere il primo partito in questa nazione, soprattutto quando la sinistra sa di aver governato male e aver imposto una marea di tasse e balzelli e aver fatto cose non del tutto legali come il caso Renzi-De Benedetti per cui per arginare un sicuro crollo e una dipartita, ecco che creano una miriade di partitini satellite che hanno la funzione di disperdere il voto, al fine ultimo di impedire alle opposizioni, cioè al centro-destra o alle altre forze politiche in gioco, di raccogliere voti, per cui preferiscono disperderli che accentrarli, in questo modo, poi tutti questi piccoli se superano un certo sbarramento poi rientreranno sempre nella sinistra e ci sarà la raccolta voti degli scontenti della sinistra, che alla fin fine saranno gabbati. Per cui il voto degli scontenti in parte non servirà a nulla ed in parte rientrerà sempre nella sinistra, per cui cosa fare, l'unica cosa sensata e logica per costoro è astenersi dal votare, perchè effettivamente è assurdo farsi fregare dagli stessi, oppure aver il coraggio di cambiare e votare in opposizione totale a chi avevi creduto esser un buon partito che credevi avesse fatto quello che tu popolo pensavi. Oramai è risaputo che la sinistra se non ottiene la maggioranza crea i governi tecnici, pur di non consegnare nella mani del centro-destra o della destra il paese, specie quando a comandare l'Italia c'è un presidente di sinistra che ovviamente per quanto deve essere super-partner sarà sempre un uomo di sinistra e quindi propende per quella parte politica, agisce secondo la sua formazione politica, e non solo culturale. Io avevo sempre pensato che il Presidente della Repubblica, fosse un uomo al di fuori di ragionamenti e giochi politici ed invece in Italia è tutto diverso, chi vince pone al Colle, proprio un suo esponente e preme perchè tutti i partiti anche di destra votino per quel dato soggetto.  Credo che in Italia le cose andranno sempre così, non c'è nulla da fare. Per cui il problema dei voto disperso è un fattore grave e molto sentito nel nostro paese, che determina realmente realmente le sorti della nazione, per cui faccio un appello a tutti i cittadini votate solo per il partito che ritenete conforme alle vostre idee, e non date. non disperdete il voto per partiti, piccoli nascenti, salvo il fatto che nella realtà Italiana qualcuno di buon partito che non è vincolato alla sinistra c'è parlo del POPOLO IN MOVIMENTO,  che effettivamente è un partito contro partito che non si può porre ne a destra ne a sinistra, lo vedrei un anima trasversale che non vuole essere catalogato ne di destra ne di sinistra, ma che si porrà certamente al suo centro, ed effettivamente in questo caos nazionale di partiti che si mangiano gli occhi l'un altro, il POPOLO IN MOVIMENTO è un partito che si dissocia da tutti, compreso il M5S che a dir la verità oggi non vuole più uscire dall'Europa come dicevano qualche tempo addietro, oggi anch'esso si allinea all'idea di rimanere in Europa. Ecco un altro problema tutti i partiti maggiori gridavano di uscire dall'Euro ma nella realtà poi tutti si sono accucciati come cani  bastonati e nessuno lo vuole più fare ne la sinistra ne la destra, ne il M5S, per cui da ciò si capisce l'incoerenza di tutti questi partiti che promettono grandi cose che mai faranno, per cui si comprende con facilità che le loro campagne politiche per conviverci della loro cattiva fede fatta passare come buona, è in realtà una farsa, ci stanno tutti mentendo, perchè come al solito promettono e non mantengono, specie la sinistra che sappiamo oramai bene come essa, si comporta e le promesse da pinocchio che usa fare, non dobbiamo dimenticarci cosa questo governo tecnico Renzi-Gentiloni ha fatto i vari balzelli e le svariate tasse, la ripresa che avevano promesso e che non c'è stata, le tante furbate che si sono inventati per dirottare questa nostra barchetta che se continua così affonderà molto presto. Per questo dobbiamo dare una vera svolta alla Nazione Italia e porre al governo una persona che veramente vuole il bene della nazione, certo non è una cosa facile che il Popolo in Movimento riesca a spuntarla in tutta Italia, perchè è nato da un paio d'anni e perchè come accade sempre coloro che dicono la verità vengono sempre tacitati e fatti passare per cattivi, per cui bisogna essere concreti e cercare di portare a casa maggior numero voti possibili, ma anche trasmettere alla popolazione un vero senso di rispetto della stessa, come appunto fa la nostra simpaticissima Signora Gina (Maria Cristina Sandrin) con il Suo POPOLO IN MOVIMENTO,  votate questo. 




IL DEBITO PUBBLICO NON ESISTE


I SACCHETTI ASTUTI




ECCO DOVE VA LA BONINO A SINISTRA

Gli Stati Uniti d'Europa?
ahahahahahahaha
Mi sembra di sentir parlare Hitler
Una nuova razza, un gregge multietnico,  che si può facilmente dominare, dell'élite al potere; ecco le belle idee di questa Bonino e di questa sinistra Renziana, ed anche del M5S, che è sempre un partito comunista, non dimentichiamo chi è politicamente Grillo, vogliono distruggere l'identità dei singoli stati europei e ci stanno riuscendo con la nostra collaborazione coatta, favorendo l'immigrazione di massa, ecco perchè devono scristianizzare l'Europa anche favoriti da un pontefice comunista appunto il beneamato Bergoglio  favorito da tanti furbi veggenti, che gli fanno sponda, dispereranno anche loro a Dio di quello che vanno facendo. Il quale fa di  tutto per favorire l'ingresso e la creazione di una nuova cultura e religione atta a promuovere l'islam con tutte le sue idee contro la libertà di pensiero e di espressione di ogni singolo cittadino Italiano.
-bergoglio fa il segno satanico-


Do un mio personale e spassionato consiglio alla sig.ra abortista Bonino dovrebbe prendersi il ROSARIO e pregare che le farebbe tanto bene, mi creda, se vuole non finire al caldo!! 
Dio è pronto a salvarla se lei solo volesse.


LA LEGGE FREGATURA:


IL 4 MARZO SI VOTA 
E IL 6 MARZO DIRANNO SIAMO MARSI







Però una semplice riflessione e anche critica alla Siora Gina la devo fare, prima di tutto, penso che il Popolo in Movimento non debba legarsi al M5S, in nessuno modo e la siora Gina non deve promuovere questo partito se vuole far nascere il suo partito Popolo in Movimento,  ho l'impressione che la Siora Gina sia un po troppo sostenitrice dei Grillini, mi chiedo è stata una Grillina pure lei, che è così propensa e favorevole verso i Grillini? Anche perchè non credo proprio che i M5S se si trovasse in difficoltà si legherebbero con Popolo in Movimento, anzi penso data la natura comunista di Grillo esso vada dove il suo cuore è sempre stato, totalmente a sinistra cioè legato al comunismo più estremo, Grillo è totalmente avulso alle destra e al centro per cui a chi darebbe i suoi voti per sostenere un governo senza ombra di dubbio alla sinistra. Io dal canto mio sono contrariassimo alla sinistra e ai comunisti, preferisco rimanere al centro o a destra se devo essere onesto, ma visto come va la grancassa italiana, sono onestamente perplesso verso tutti  sia destra, centro e sinistra, per tanto stanno tutti comportandosi nello stesso modo, tutti si sono divisi in miriadi di partitini, al fine ultimo di fregare ancora una volta gli Italiani. Per cui un movimento per popolo sarebbe una buona cosa se questo non fosse la succursale del M5S, al che io non darei nemmeno un penny e quindi nessun voto. Quindi vedrò dove va il Popolo in Movimento, prima di dire voto questo o voto quello. 


VOTATE BENE 
MA VOTA CON TESTA

martedì 26 dicembre 2017

CHI VINCERÀ ALLE POLITICHE 2018 IN ITALIA?


ELEZIONI NAZIONALI 2018



Qualcuno mi ha chiesto se so già chi vincerà le politiche in Italia. Devo essere onesto? 
Si lo so, ma non voglio dir nulla, non voglio in nessun modo influenzare nessuno ne in un senso ne nell'altro. Però devo dire che la battaglia per queste nuove ennesime elezioni, in questo paese saranno molto funestate, la popolazione rimarrà indecisa fin all'ultimo momento e i colpi di scena non mancheranno, farebbero bene alcuni rappresentati politici esser cauti nel affermare anticipatamente che loro usciranno vittoriosi, perchè altre volte chi s'è vantato anzitempo è rimasto scottato, la prudenza non è mai troppa e l'umiltà premia sempre; visto che oltretutto in questa nazione ci sono altre forze che remano contro o a favore per l'uno o per altro, per cui le carte in gioco sono tante, e i vari istrioni che consigliano di dichiararsi come vincitori farebbero bene a tacere, invece di mal consigliare i politici. L'Italia come al solito è divisa in fazioni di ogni colore e bandiera, l'unità nazionale non è mai esistita solo sulla carta esiste, solo a parole siamo nell'apparenza uniti, oltretutto ci sono anche i migranti naturalizzati che voteranno, per cui veramente ci sarà un caos. L'italiano certamente è stanco di questa politica dei bla-bla e di quelli che prometto ma nulla fanno, anzi ormai abbiamo ben visto che esternano per poi fare esattamente il contrario, in testa c'è a sinistra Italiana, poi a seguire un po tutti gli altri, che però a dir il vero, sono già un po più coerenti. Il problema grave di questa nazione è l'invasione barbarica che l'Italia sta subendo da alcuni anni e il magna magna da parte dell'europa che sta letteralmente e lentamente prosciugando le nostre risorse, sta facendo fuggire le nostre aziende migliori. Ovviamente l'italiano vorrebbe liberarsi da questa tagliola Europea, molti partiti anche di destra mentono sapendo che nessuno potrà realmente liberarsi da questa condizione di schiavitù che la sinistra italiana ci ha costretti a vivere, senza il nostro avvallo. 
Perchè ovviamente l'Italiano serve solo come lavoratore che produca soldi che serviranno per altri. Chi rimane sul piano politico a dir la verità? La lega Nord/Sud, ma noo, neppure loro possono farci uscire dall'Europa, cavalcano questa idea bislacca, che si possa uscire ma il prezzo per tale cosa è dissanguare letteralmente la nazione derubare di ogni bene gli Italiani per far un operazione di questo genere, che nessuno oggettivamente vuole fare, neppure loro, per cui anche loro fanno credere l'impossibile, come il centro destra e la sinistra.  Chi rimane? Il Movimento 5 stelle = M5S, loro si dicono liberatori, ma conosciamo bene le idee di Grillo? Vediamo chi è il suo fondatore Grillo, senza scavare troppo nell'armadio, un comunista estremista, questo era Grillo negli anni del fulgore, un anti-dio, uno che ha sempre combattuto e deriso i politici, ed oggi politico pure lui, che crede di conoscere la soluzione per questa nazione, ma come suoi ex-compagni di sinistra prosegue quelle ideologie, certo non ha smentito il suo retaggio comunista, che gli è rimasto nel sangue, per cui il suo M5S  ha tutto il sapore di un partito comunista con strisce di verdismo e qualche linea di fascismo, un bel cocktail, non è ne carne ne pesce, combatte nell'apparenza i  suoi amici di sinistra solo per non far vedere di essere dalla loro stessa parte ed essere pronto ad un'alleanza se fosse il caso. Tra tutti i partiti che si definiscono furbescamente movimenti, M5S che il nome ha più il sapore di uno cabaret di uno show di altri tempi, che un vero partito politico, li vedi sfilare come attori pronti per la loro battuta, ma poi si arrestano lì. Anche questi prometto mari e monti ma come tutti gli altri faranno esattamente il contrario di quanto seminano. 
Il politico di professione è una brutta bestia che sarebbe bene non dar mai retta, perchè una ne dicono di buona e 100 fanno il contrario. Chi rimane dunque sulla scena politica che possa aiutarci per lo meno a vivere dignitosamente in questa nazione che sta diventando un porto d'attracco per migranti che vorrebbero solo transitare in questa nazione, ma prima di arrivare alla loro meta spolparci per benino, come stanno in fatti facendo, con l'avvallo europeo ovviamente. Chi abbiamo che ci difenderà e chi difenderà la nostra integrità di popolo Italiano, chi mai potrà ristabilire vecchi valori persi per sempre? Un Papa? Ma nooo neppure quello si batte per la verità quella vera, ma solo per quella che gli fa comodo, addirittura quello la manipola per i suoi fini. Chi rimane sulla scena politica piccoli partiti che purtroppo sono troppo piccoli per far qualche differenza, però all'orizzonte sta sorgendo qualche novità, non sappiamo se avrà la forza per imporsi realmente ma certamente schiaffeggia tutti, sto parlando della simpaticissima Siora Gina e del suo nuovissimo movimento, che con i  suoi bellissimi e divertenti video TG ha messo d'accordo tutti coloro che la vedono, una massaia dei nostri tempi, una donna moderna e altrettanto al passo con la realtà quella vera del popolo, che ze stufo e orbo, ma con le bale al posto giusto. Personalmente questa volta io voglio gettare al vento il mio voto e darlo a Lei sono sicuro che ha la testa buona e capace di far buone cose c'è;  Se l'italiano volesse metterla alla prova, secondo me lo merita, sopratutto perchè dice in faccia la verità a tutti. La Siora Gina è un ottima persona conosce la legge e la sa usare con giustezza, essa è una realtà veneta e del Nord potrebbe divenire una spina nel fianco di coloro che sicuramente avranno la meglio e che faranno scempio di questa nazione quando sorgeranno. Anzi dico che ogni Italiano che vuol essere e stare nella verità dovrebbe seguire e sostenere la Siora Gina che vorrebbe aiutare l'Italia a liberarsi da tanta burocrazia, snellire le procedure, e ottenere molta più libertà, e magari non si mai anche la fuga dall'Europa ma senza lacrime e sangue, la via per ciò ci sarebbe, ma io non la dirò a nessuno. Oggi stiamo assistendo ad una totale scomparsa e l'annullamento dei basilari valori che hanno fatto di questa nazione quello che ieri ed oggi è in tutto il mondo, ma che presto perderà il suo primato, sperando  che il mondo non ponga fine a se stesso prima. 


Chi volesse aderire alla sua campagna politica per le nazionali 2018, (COMPILATE QUESTO MODULO), certamente non perderete il vostro tempo, ne il vostro voto. 






"Politici italiani ed europei siete delle merde!!"






FORSA ITALIANI CHE DOVEMO BURTAR FORA DAI MARONI STI 4 VECI DE POLITICI CHE MAGNA SCHEI A TUTTO ANDAR.

NON FATEVI IPNOTIZZARE DAI VARI CABARETTISTI DELLA POLITICA 
VOTATE IL POPOLO IN MOVIMENTO!!!

la modifica del clima!

sabato 25 novembre 2017

NO ALLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE



NO ALLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE 



Non c'è anno che passa che non si cerchi di arginare la violenza contro le donne, ad ogni legislatura la politica cerca di far la sua parte introducendo leggi e norme per tentare di porre fine a queste violenze psicologiche e fisiche, purtroppo da quanto stiamo assistendo questo fatto pare essere intrinseco nelle nostra società, come anche in tutte le popolazioni del mondo, dove la donna spesso è considerata meno che un cammello, vedasi l'Islam, ma anche le popolazione più avanzate trattano ancora la donna come essere inferiore, anche se si dice che siamo moderni, ma sotto-sotto, l'uomo ama troppo sentirsi superiore in tutto, spesso la donna è considerata solo la riproduttrice o il mezzo del divertimento sessuale, del piacere del maschio, o al massimo madre dei figli o la casalinga, quasi un oggetto incapace di prendere una decisione seria, fino ad arrivare a considerare la donna alla stregua di una schiava o una sguattera, molti uomini anche nella società moderna trattano le donne proprio in questo modo, senza nessun rispetto sia per il lavoro che costoro fanno, ne per le loro idee, e tanto meno per il ruolo che costoro occupano, sia ai bassi che alti livelli. I maschi sono sempre ai vertici di gran parte delle società e delle nazioni nel mondo, mentre ruoli della donna sono sempre considerati inferiori e rilegati nelle retrovie, solo nelle nazioni dove si considera la donna con maggior rispetto, si hanno donne presidenti di uno stato o regine. 

In tutto il mondo la donna conserva sempre la sua prerogativa di essere il mezzo del godimento sessuale della società maschile, lo si evince dai commenti che i maschi riservano verso di essa, sempre inesorabilmente di stampo razzistico o sessuale, ben poche volte si sente un uomo considerare una donna alla pari del maschio. Purtroppo c'è anche da dire che la società maschile ha fatto delle donna un culto sessuale, un insegna, un manifesto, un simbolo, uno status sociale, da ciò scaturiscono le violenze sessuali, verbali, e psicologiche su di essa, per aver ed ottenere l'appagamento che tutti i maschi desiderano. 

L'abbondante diffusione di immagini pornografiche, dove la donna è il simbolo per eccellenza della bramosia dimostra come il maschio, fa i salti mortali per ottenere le attenzioni della donna; portando i suoi desideri all'estremo, spesso perdendo la testa per essa, portando il maschio ad agire contro la legge e prima di tutto contro la donna stessa, che sia bambina, giovane o adulta. Oggi poi la violenza contro la donna si spinge anche verso la donna anziana e questo è fatto spesso dai popoli che vengono dal medio-oriente dove appunto la donna non conta nulla, meno di una gallina, per cui tutte le donne diventano uguali agli occhi di certi uomini. 

In questi giorni si "festeggia" La campagna contro la violenza sulla donne, nella Giornata internazionale  . L'orrore più grande è la violenza e le sevizie psicologiche e fisiche fatte verso le bambine/i  rese schiave/i  in certi paesi del mondo, da leggi barbare, che oggi giorno si vorrebbe imporre anche all'occidente, quando la nostra tradizione religiosa cristiana ci insegna il rispetto e l'eguaglianza proprio tra i sessi e il rispetto della donna tanto quanto, quella verso l'uomo. 

Nessun libero pensatore che consideri la donna alla pari, potrebbe mai pensare e considerare la donna inferiore, paragonarla ad un mulo, ad un cammello ad un essere senza cervello, anche se questa fosse poco istruita. La donna deve essere rispetta comunque sia, indipendentemente dalla sua pelle, origine, cultura, società a cui appartiene, dal suo pensiero politico, dalla sua religione, dalla vita che fa e ha deciso di fare, insomma se l'uomo pretende di essere approvato in ogni cosa e accolto sempre positivamente dalla donna, perchè mai l'uomo non agisce verso al donna nello stesso modo? 

Se veramente siamo una società liberale, che vuole livellare tutto su uno stesso piano, dove la donna e l'uomo abbiano realmente lo stesso peso, politico, religioso, culturale, psicologico, etc, perchè mai non comportarsi di conseguenza? 

Ed invece ad ogni generazione che sorge, i problemi atavici si presentano sempre puntualmente eguali da sempre, come se nel DNA maschile, esiste un atavica volontà di schiavizzare e sottomettere qualsiasi essere umano che l'uomo ritiene debole o secondo la mentalità del maschio divenire di proprietà di esso, come se il femmine fosse una proprietà e non un essere umano, alla pari di cani, gatti, galline, cavalli o altro. 

Esistono molti uomini anche nella nostra Italia che la pensano esattamente così, sposano donne anche di altri paesi, al solo scopo di renderle schiave per una vita, magari derubandole dei loro averi e il loro insegnamento-comportamento si riflette anche sui figli, perchè il maschio comportandosi in un certo modo, agisce sulla debole psiche dei figli, specie maschi, che rispecchiano quel suo carattere e quel suo razzismo, diventando anch'essi cloni di quel padre padrone e un giorno anch'essi si ribelleranno alla madre, diventando aguzzini a loro volta, ecco come si perpetra il danno verso i figli e nella società. C'è anche un secondo problema l'omertà tra i maschi e il comune pensare, una certa affinità di pensieri e un certo vedersi simili agli altri, anche tra giudici,  magistrati, avvocati, psichiatri, medici, ogni genere di altro laureato, o non. Tra maschi esiste sempre un certo intendimento su certi argomenti, per cui è veramente difficile poter sconfiggere questa piaga, finché nulla si farà di veramente utile e non si porranno leggi stringenti, molto più severe e molto più ferree. Come possiamo arginare tutto questo? L'educazione basta? 

Se non si cambia e non si annulla mediante l'istruzione questo istinto intrinseco nel maschio di schiavizzare il debole, fin da giovanissimo, tutte queste battaglie che le donne di anno in anno e decennio in decennio e io direi di secoli in secolo, non cambieranno mai e il problema rimarrà fisso nel tempo, battaglie, perse in partenza, perchè tutto dipende dall'educazione, dall'etica, dalla morale, che oggi giorno la società più di un tempo ha letteralmente perso. 

Quando nella nostra società si è deciso di abbatte il freno, che riduceva queste violenze, ecco che si è via via manifestato in tutta la sua brutalità, la violenza maschile; se si toglie la fede, la religione in Dio e nel Suo Cristo, ecco che quello che c'è di peggio nell'uomo emerge e diventa sempre più visibile, sempre più reale. L'introduzione  nella nostra società della cultura-religione islamica, ha ampiamente aumentato il problema, perchè da un lato si vorrebbe tutelare la stessa società islamica e dall'altro la donna occidentale. 

Queste due realtà sono nettamente in contrapposizione, l'una all'altra, la società islamica pone le sue basi sulla loro religione, che considera la donna ne più e ne meno che una schiava, mentre la nostra società la vuole liberalizzare, questo crea una notevole spaccatura in essa, non possiamo noi società occidentale essere noi stessi soggiogati da una religione schiavista, e al tempo stesso desiderare che la donna sia libera dalla schiavitù è una contraddizione in termini logici; dobbiamo deciderci, cosa realmente vogliamo, perchè oggi vige solo tanta confusione. 

Temo, che queste manifestazioni non servano ad un granché, perchè la donna non verrà mai considerata realmente alla pari del maschio, c'è tutto un tessuto vitale maschile che ne nega affettivamente la parità, anche se poi a parole e con le leggi si tenta di rimediare, ma sotto-sotto, il maschio si considera e si considererà sempre superiore ad essa. 


IO DICO NO ALLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE, 
SIA FISICA, VERBALE E PSICOLOGICA.

Ma devo essere onesto temo che questo annoso problema rimarrà per sempre, l'anno in cui le donne non diranno più abbiamo subito violenza, sarà l'anno del cambiamento, ma fin tanto che tutto questo perdurerà, nulla verrà cambiato, alla donna verrà consentito di manifestare e di criticare, ma nel profondo nulla cambierà, bisogna essere obbiettivi e guardare in faccia alla realtà, non fingendo e non prendendosi in giro, perchè or-ora è quello che sta avvenendo. Tecnicamente e nella volontà tutti siamo concordi, ma poi nulla cambia, se non piccole cose e piccole realtà, il problema è antico come il mondo.


SE L'UOMO USA VIOLENZA SU UNA DONNA, ESSO FA VIOLENZA SU SE STESSO. 

Perchè la donna poi sarà madre di un uomo; qual'è l'uomo che vuol nascere da una donna violentata? Che porterà con se i segni di quella violenza e che uomo nascerà da essa, quali traumi verranno riversati su di esso? E a quale genere di società darà luogo? Una società che poi rifarà verso altri ed altre gli stessi errori fatti dai genitori.

Se nelle scuole non si insegna il rispetto e non si insegna l'eguaglianza tra i sessi, senza però far confusione di genere, allora le leggi non serviranno assolutamente nulla, perchè una società libera e sana nasce prima di tutto dall'istruzione che ai figli si dà.  Dio è un buon Padre che insegna ai suoi figli con amore, ma anche con rigore, se non si ha in se il seme della giustizia e della verità, come si può insegnare i valori giusti, se la società non li possiede più? Non si può, ecco che oggi si concretizzano tanti misfatti contro le donne e contro i più deboli.

giovedì 9 novembre 2017

SEI INTELLIGENTE O SEI DEFICIENTE?


INTELLIGENZA SI O NO?

Partiamo dal capire cosa significano alcune parole di uso molto comune, deficiente deriva dalla parola latina deficere, ed indica l'essere incapace di prendere qualsiasi decisione per il proprio bene, in sostanza un soggetto incapace di far qualsiasi cosa, potremo dire un ameba un soggetto amorfo, una persona totalmente incapace di essere intelligente, la più totale incapacità di prendere qualsiasi decisione in merito alla sua esistenza e a quella del prossimo.

Il pazzo invece è colui che pur essendo in grando di comprendere i suoi limiti, e di far le cose di uso comune, sragiona, ed esce fuori dalla logica di uso comune, per se stesso e per il mondo che lo circonda, solitamente la pazzia fa vedere o sentire o agire in modi completamente diversi dal normale sentire della popolazione. Ma non sempre chi è pazzo è anche defincente, alle volte il pazzo così definito, un termine direi improprio sotto il quale si racchiudono un insieme immenso di patologie, ma che fa capire simbolcamente il problema di un determinato soggetto, non sempre il pazzo è anche deficente, anzi spesso un pazzo ha i minimi impulsi di cosa fare per se stesso, sa vestirsi e sa mangiare, etc, non come il deficente che proprio non sa neppure di esistere.

Ora l'intelligenza cos'è?
Possiamo dire che è la capacità del cervello di creare discorsi logici e raziocinanti, astrattivi, sopratutto astrattivi, dato che anche un computers riesce a fare discorsi non logici, ma in qualche modo programmati da noi, forse nel prossimo futuro le macchine potranno fare discrsi logici, ma sempre su algoritmi da noi impostati precedentemente, per cui si comprendere che se l'uomo non ha una buona capacità logica una ottima astrattività o fantasia, non potrebbe mai creare nulla di buono per se stesso. Quindi più che la logica, il cervello deve essere astrattivo, fantasioso, la logica è una conseguenza della matematica, la logica proviene dalla matematica, dal saper far calcoli precisi, dal saper analizzare con precisione qualsiasi cosa, e il nopstro cervello è realmente un calcolatore, costuito più o meno da impulsi biochimici che comunica ta di loro mediante stimoli chimici, tradotti poi in numeri e questi in lettere e simboli. Quindi l'intelligenza senza la base matematica non esiste, dovremo parlare unicamente di istinto, che non ha nulla che vedere con l'intelligenza; gli anmali agiscono per la maggior parte per istinto, fanno tutto sotto la luce dell'istinto, anche i loro sentimenti sono istintivi, per un interesse di mangiare dormire, e sessuale o di gioco, ma il pensiero intelligente è unicamente umano, salvo qualche eccezione tra alcuni animali, che dimostrano un certo grado di apprendimento e adattabilità, dimostrando al mondo circostante, ma anche in questo caso, dire che siano intelligenti io ci andrei cauto. Per esempio, lo scimpazè, il gorilla, l'orango, e certi cetacei, o anche uccelli sono in grado di apprendere e taluni a loro modo parlare, e qualche volta sembra anche comunicare uin certo pensiero, ma bisogna vedere se sono in grado di astrarre, cioè di creare pensieri astrattivi, perché se lo fossero allore potremo dire che sono intelligenti, visto che il metro reale per dire che sono intelligenti è proprio l'astrazione o detta anche fantasia, quindi di conseguenza abbiasmo che un soggetto umano che non è in grado di astrarre o fantasticare, è anche un soggetto che potremo definirlo poco inteligente, infatti mediante l'astrazione di riesce sempre a risolvere qualsiasi enigma o problema, e nella società non tutti gli esseri umani sono in grado di astrarre nello stesso modo, ci sono quellii dotati di grande fantasia e quindi estramente astrattivi e ci sono quelli che invece proprio mancano quasi del tutto, per cui potremo dire che l'intelligenza, non può avere una sola catalogazione, non è unica petr tutti, ha in se stessa grado, infatti la scienza umana, specie la psichiatria cataloga le persone con il Q.I =quoziente intellettivo,che altro non è che un indice per indicare il grado d'inteligenza di un soggetto che può andare da meno di 100 a più di 200 o anche 300. Questo ci fa capire che usare i termini comuni molto inteligente, poco intelligente o moderatamente intelligente non possono essere considerati della offese, perché in realtà la scienza stessa quantifica e cataloga comunemente l'essere umano, con una forbice molto ampia Da-A, percui le definizioni che vengono definite alle volte insulti noj sussistono visto che dire ad un qualsiasi soggetto sei poco intelligente non significa dargli del deficente, ma semplicemente affermare che il suo grado di comprensione e la sua capacità astrattiva non è massima altrimenti non avrebbe logica quello che la scienza fa, catalogare la società, secondo il Q.I., che dimostra chiaramente l'intento da parte della scienza e della società stessa, come anche della magistratura nel stabilire chi è un genio e chi non lo è. Per cui se è assodato, a livello psichiatrico che esistono i geni come esistono coloro che non lo sono e che sono tecnicamente meno intelligenti, degli altri, è anche assodato che non si possa dire a qualsiasi persona che è meno inteligente rispetto ad un genio, altrimenti risulterebbe illogico porre questa catalogazione, che definisce un grado all'inteligenza e che tutti nella società ne fanno ampio uso, sia la medicina, che la magistratura.

Per esempio dire sei poco intelligente, non è un offesa perchè decisamente diverso dal dire sei un defincente o un pazzo, il poco intelligente sta ad intendere che puoi essere all'interno del range da 80 a 150, dire che sei stupido questa è un offesa perché indica un grado intellettivo sotto alla soglia di 60. Per cui bisogna veramente capirsi, se la psichiatria ha già creato i paramenti per stabilire il livello d'intelligenza, perché anche la Legge di uno stato non si adegua?
Ponendo i limiti e legando le parole che si possono dire e non essere offensive?

Secondo il mio punto di vista dare ad un persona del poco intelligente non è un offesa, perché non gli dai del deficente, proprio per i parametri sopra esposti che la scienza ha già ampiamente stabilito, altrimenti dovremo dare dei geni a tutti e allora va farsi benedire tutti gli studi psichiatrici sul Q.I. non avrebbero più alcun senso logico. Dovremo allora dire che siamo tutti egualmente intelligenti e tutti geni, ma questo sappiamo benissimo che non è vero.
Per cui è bene iniziare a dipanare seriamente la matassa, così da eliminare una volta per tutte le parole che si possono dire da quelle che sono realmente un offesa per tutti.

Credo che quando si usi antemponendo alla parola intelligente degli aggettivi come: poco, molto, assai, etc, non si debba considerare un offesa, altrimenti il Q.I. non avrebbe alcun senso logico che esista, e nessuno dovrebbe più affarmare il grado intelliettivo di un qualsiasi soggetto.

Sembra logico pensare che dare ad una persona non del genio non è certamente un offesa dato che si dovrebbe dimostare il contrario che è un genio.

Invece dire in senso ironico: “ma, sei un genio” è un offesa, perché indica il suo contrario, cioè essere deficente. Questo fa capire, che dipende tutto da come si usano le parole, non tanto dalle stesse, quanto dal senso che s'imprime ad esse.

Dubito che sei molto intelligente” cioè pongo un dubbio all'intelligenza di una persona, ovviamente qui bisogna aver dati alla mano che questo soggetto non è intelligente, ma ritengo che non sia realmente un offesa, semmai un dubbio. Per esempio se il soggetto poco intelligente, si mette a mangiare cose avariate o marce o non va bene a scuola o al lavoro, etc, si potrebbe realmente pensare che quell'espressione sia anche vera, perché oggettivamente nessun soggetto che è intelligente si nutre di cose avariate, a meno che non sia nelle condizioni di non far fronte alle sue necessità alimentari; ma nella nostra società diventa difficile che questo esista, salvo casi di totale povertà, ma anche in questo caso spesso la gente piuttosto fa la fame, anziché nutrirsi di alimenti avariati che possono condurre a gravi patologie. Anche il non andare bene a scuola o al lavoro è indice di incapacità dello studio e nell'apprendere o nell'adattarsi e sicuramente di svarite problematiche, tra cui anche una certa scarsità d'intelligenza, specie quando implica direttamente la matematica, uno studente che non riesce ed è scarso in tale materia, se non proprio deficitario, indica che proprio l'intelligenza viene a mancare, per cui l'espressione in questo caso non è un offesa, perché dimostra effettivamente quello che il soggetto è realmente. Uno psichiatra se vede un qualsiasi essere umano che vive nella nostra società a nutrirsi di cose avariate direbbe che è un pazzo, dato che tutti sanno che il nutrirsi di alimenti putrefatti in avanzato stato di degradazione dimostra far del male a se stessi e certamente non voler bene a se stessi, quindi in un certo senso farsi del male e ciò indica una grave patologia psichica, potremo dire anche un soggetto del genere è psichiamanete non stabile, o deficitario cioè un pazzo.

Direi che questo tipo di espressioni dare, le poco, scarsamente intelligente, etc, diventa offensivo solo se è fatto in pubblico alla presenza di persone estranee ad una certa discussione, se invece è fatto privatamente non è un offesa, visto che in una normale discussione ci può stare tranquillamente una parola messa così un po per far capire la situazione, invece diventerebbe offensivo se tali parole diventano uso di scerno verso qualcuno. Come dare dell'omosessuale in pubblico ad una qualsiasi persona è certamente un offesa, diversa dal privato, perché potrebbe rientrare in una qualsiasi discussione normale tra persone.

Anche inviare un SMS ad una persona se è conosciuta, dove in esso ci sia una parola che potrebbe risultare un offesa, ma che serve magari a far capire una certa situazione, non è certamente un offesa visto che l'sms è privato, e si riferisce a quella persona e non se ne fa oggetto pubblico, cioè non si usa divulgarlo a terzi che non si conoscono al solo scopo di danneggiare il soggetto.

Se invece è chi lo riceve , lo divulga a terzi, colui che lo ha inviato non ha resposabilità visto che, chi lo ha ricevuto ha voluto di sua spontanea volontà divulgarlo a terzi e quindi ha tentato in qualche modo di danneggiare colui che gliel'ha inviato.

Quindi se la scienza pone una forbice, un range tra due livelli d'intelligenza significa che l'uso di alcune parole non può essere definito insulto, dato che dire poco inteligente o genio diventerebbe offensivo in entrambi i casi. Se do del genio ad un defincente sicuramente è un offesa, se do dell'inteligente ad un genio è un offesa, perché non ho stabilito con precisione il grado d'intelligenza o si elimina definitivamente la catalogazione oppure si deve essere precisi, scarsamente intelligente, poco inteligente, normalmente intelligente molto intelligente, genio. Ritego che usare questi termini oggi giorno sia giusto, anche nell'uso comune delle parole, non vedo che esista un offesa, se una persona si rivolge ad un altra dicendo sei poco inteligente, non si può sapere con precisione il range in cui quella persona definisce la sua definizione d'intelligenza, dato che si potrebbe pure dividere il Q. intelletivo in tre step poco intelligente, molto intelligente, genio. E qui, si non può capire effettivamente quanto valga numericamente parlando i tre step, ognuno di noi potrebbe porre limiti diversi ad ognuno di questi, per cui non possiamo fare un processo alle parole o alle intenzioni, e non esiste nessuno che possa dire che il poco vale tanto, o che il molto vale poco, o che il genio non sia anche chi non ha zero Q.i, per cui come si fa dire, che il poco intelligente è un offesa? non si può, perché non esiste un metro preciso per stabilire quanto sia il poco. Per cui è logico pensare che le definizioni d'intelligenza non siano da definirsi offese, anche perché è talmente di uso comune dire a tutti sei poco intelligente, dubito ch tu sia inteligente, ecc, che fa capire che questo genere di linguaggio è così' ampiamente usato dalla popolazione che tutti noi quando usiamo certo linguaggio facciamo diffamazione verso chiunque, per cui dire proprio di eliminare questo genere di definizione dall'offesa, perché oggi giorno non h alcune senso logico. Partiamo dalla scuole tutti ne fanno uso, i giovani non ne parliamo, gli ambianti lavorativi tra i più disparati, lo stesso, per cui veramente è illogico ai giorni nostri che si colpevolizzi una persona perché ha dato ad un altra del poco intelligente, quando poi in qualsiasi ambito lo si fa con tanta disinvoltura.


Certo una persona si potrebbe offendere sentendosi definire poco intelligente, perché generalmente tutti si considerano più di quello che sono, cioè tutti si sentono geni, anche se ciò è una caratteristica veramente di pochissime persone. Il problema è che poi, se si arriva ad una definizione vera di tipo psichiatrico, si può determinare il grado effettivo di intelligenza di quel soggetto, e allora definirlo poco intelligente sarebbe anche troppo, perché in molti casi, l'intelligenza è un optional, quando la psichiatria stabilisce senza se e senza ma, il grado intellettivo, cioè il Q.I, che potrebbe essere basso inferiore anche a 100 allora il soggetto offeso,si sente ancora più offeso e non accetta la valutazione psichica, ma quella è. Per cui definire poco, tanto, molto ecc non ha alcun senso logico, se non quello di accapigliarsi per un non nulla, oggi giorno poi con l'enormità di processi in atto per cose ben più gravi, direi che si potrebbe benissimo togliere certe offese dal essere definite tali, perché alle volte a pensar male ci si azzecca pure.  

Riflettiamo!!!

venerdì 6 ottobre 2017

Pronto Soccorso Animali.

Pronto soccorso animali Tv

Questo annuncio è per un amico che mi ha chiesto di far crescere questa pagina a favore degli animali e di quanti li amano, chiedo solo di dare il vostro voto alla pagina e di condividerla nei vostri profili, se ovviamente siete d'accordo.


NOTIZIE FAKE O SISTEMA PER VINCERE LE ELEZIONI?

Si legge nell'artico proposto,    http://www.ilgiornale.it/news/politica/piano-anti-fake-news-incubo-1484661.html che : ...