lunedì 21 novembre 2016

COME UNO STATO ONESTO DOVREBBE ESSERE!

LA MIA VISIONE DI UNO STATO ONESTO!


Basandomi sulla parola di Cristo e sulla logica stretta, che è sempre stato per tutti, la migliore legge in assoluto e che ha ispirato anche gli atei e chiunque, dico che il mio modello di stato è contenuto in Esso. Se si applicasse il vangelo nella legge di uno stato, si otterrebbe lo stato con le leggi più giuste e corrette, nemmeno la Chiesa degli uomini in effetti guardando proprio bene ha mai adottato per intero la sua parola, perchè essa è troppo rigida sugli aspetti finanziari-economici, per cui anch'essa ha gestito la Sua parola come ha voluto, come meglio gli ha fatto comodo nel corso dei secoli. Dico solo questo, se uno stato invece di lucrare sul cittadino che ha già dato di suo, trattenesse per se, le tasse che esso deve dare allo stato stesso, senza far ripagare cento volte, le stesse sulle stesse, comportandosi come un ladro, attuando tutti i sistemi per carpire più denaro possibile, avrebbe uno stato più giusto, con dei cittadini che rispettano le leggi e non cercano altro sistema per truffare i loro simili. La truffa si perpetra perchè ad iniziare è lo stato stesso, per cui anche i suoi cittadini cercano di far altrettanto, perchè quello che lo stato ti da e poi ti toglie è molto di più di quanto sia lecitamente giusto, se invece uno stato ti toglie subito le tasse da quanto ti da, e poi non ti chiede più nulla, quello che ti rimane è giustamente tuo. Invece in molte nazioni del mondo, praticamente tutte, la logica è quella che i cittadini hanno stipendi che sono in realtà dei prestiti che lo stato fa verso il cittadino, e come tutti i prestiti, si chiede non solo le tasse su di essi, ma anche la restituzione degli stessi, con gli interessi, da pagare mese per mese, così il cittadino non accorge che in realtà sta restituendo il danaro allo stato, ma allo stesso tempo il tassato è stra tassato, ovviamente qualsiasi cittadino che si vedere derubare da uno stato quasi tutta la sua busta paga, ovviamente è tentato di truffare, lo stato , che mettendo tasse su tasse, truffa il cittadino. Si perchè se lo stato ti chiede un iniziale tassa, su quel danaro che ti ha dato per il tuo lavoro, non poi richiedere altre tasse sulle tasse, così facendo con un'astuta scusa la tassa iniziale di quadruplica, questo a casa mia è esse disonesti. E come può uno stato reggersi sulla disonesta, ed insegnare ai propri cittadini di essere onesti? Se il primo ad essere disonesto è lo stato stesso, ovviamente poi lo stato si protegge con leggi, contro i suoi stessi cittadini affinché questi non muovano contro lo stato, è il tipico comportamento di chi sa di non essere perfettamente onesto, ovviamente le leggi da esso promosse vanno tutte in direzione dello stato, per cui accade che il cittadino nei confronti dello stato è sempre suo debitore, le leggi per il cittadino esistono, ma sono sempre minoritarie rispetto a quelle verso lo stato. Per cui il mio modello di stato è quello dove lo stato trattenesse sul nascere le tasse e pagasse il cittadino, solo quello che rimane senza le tasse, così facendo sapremo quanto vale il cittadino per quello stato. Invece come ora esiste si fa credere al cittadino un illusione, che in breve tempo svanisce, quindi tolte tutte le tasse e sovrattasse, quello che rimane è quello che effettivamente vale il cittadino per quello stato! Molto molto poco! Ma per lo meno sarebbe saremo in uno stato di vera giustizia civile - finanziaria, invece il perdurare della situazione attuale, dimostra che nessuno stato al mondo, vuole realmente bene ai suoi cittadini che  in definitiva sono trattati come schiavi. Noi tutti infatti viviamo in uno sistema di schiavitù, anche se il termine è a noi aborrito, perchè ci crediamo una società civilizzata, nella quale la schiavitù non dovrebbe più esistere, ci scandalizziamo quando sentiamo episodi di schiavitù personali, ma non ci scandalizziamo quando è lo stato che considera i cittadini schiavi del sistema. 
Ma purtroppo tra gli uomini queste cose non possono esistere, perchè l'uomo non mira alla vera giustizia, ma sempre a ricavare da essa il suo tornaconto personale, "io ti do tu mi dai" in definitiva noi stessi diveniamo merce di scambio per altri, e tutto nella nostra società continua a rimanere arcaico diciamo preistorico, non c'è assolutamente un evoluzione cambiano i mezzi di sfruttamento, l'abbigliamento, i modi di vivere, di parlare, etc, ma alla fine se guardiamo proprio bene non ci siamo mai evoluto, siamo sempre quelli uomini preistorici, che vivono quasi come animali, dentro ad abitazione, ciò che facevano a quei tempi, facciamo anche oggi, solo con un ottica diversa, anche a quei tempi le società si reggevano su leggi, e norme, e tasse(sotto forma di scambio di merci) il furbo c'è sempre stato e purtroppo sempre ci sarà.  Ma non si può far sorgere una nazione su un fallimento, non si può costruire un palazzo sul fango, non si può avere un barca con i buchi, per cui nemmeno la legge deve avere le falle, quando uno stato ha nella legge le falle allora questo è da buttare, perchè prima o poi cadrà rovinosamente su stesso. Ma tutto ciò parte sempre dal singolo, se esso è onesto e rigoroso nella sua onesta, creerà una famiglia, che allargata farà un paese, una città una nazione e la sua legge si fonderà sull'onesta! Senza Verità quella Vera, nessuna legge umana regge. 

Ovviamente tra gli uomini di ogni tempo, specie in questo tempo, questi discorsi sono utopistici, tutti sappiamo dove sta di casa l'onesta, ma nessuno la vuol neppure sentir parlare, per cui dir ad un uomo che disonesto è fargli molto del male, perchè quello che oggi vige è l'ipocrisia, la falsa onesta, ci si dice onesti, ma tutti sanno che è tutto il contrario. Guai a dire che la legge degli uomini non è giusta, per cui se non è giusta la legge degli uomini, si infanga quella di Dio che è la vera legge Giusta, in modo che, la legge dell'uomo appaia giusta; questa è l'opera che qualcuno che siede in alto sta tentando di fare.  Ovviamente se sei onesto nella perfezione sei anche nella Verità quella vera!

Attenzione a coloro che vi dicono di essere onesti ma sotto sotto, praticano la disonesta, attenzione alle parole melliflue che molta gente abitualmente usa, per confonde l'uomo. 


NO ALLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE

NO ALLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE  Non c'è anno che passa che non si cerchi di arginare la violenza contro le donne, ad ogni ...