sabato 25 luglio 2015

Chi si pronuncia a favore dei terroristi è un terrorista!


Il Re della menzogna è un moderato!



Non si può ascoltare una cosa del genere!!
Come può uno che dice di combattere l’isis e il terrorismo fare simili asserzioni.

Quando viene accettato in una trasmissione televisiva pubblica, quando gli si permette di parlare in difesa degli islamici moderati, che poi bisogna capire cosa s’intende per moderati, perché  tutti hanno un metro diverso. Moderati in cosa? 
Cioè un islamico moderato non deve essere un terrorista? 
Oppure un moderato islamico può essere moderatamente terrorista? 
E poi si può misurare fin dove deve arrivare un islamico moderatamente terrorista? Cioè fino a che punto!

Questo mi fa capire che non esiste nessun islam moderato, perché per essere moderato bisogna capire quali sono i parametri su ogni punto per definirsi moderato.

Da come si comportano e quanto fanno per invadere con le loro abitudini ed imporre il loro diktat, non esiste nessun moderato, sotto tutti uguali, il moderato dovrebbe essere quello che sta nella media, ma la media per me potrebbe essere per un altro il suo massimo come il suo minimo, per cui moderato è solo una parola che non significa nulla.

Un modo per nascondersi dietro ad un palo che è medio tra il minino e il massimo ma che nel range tra il minimo e il massimo di medi, ce ne sono un infinità, con un infinità di sfumature. 

Nel caso specifico l’islamico medio o moderato può essere benissimo un terrorista, che non sarà lo sgozzatore ma sicuramente può andare tra il minimo e il massimo e il minimo è colui che copre i terroristi e come questo signore qui, ne ha compassione, li sostiene moralmente e gli è vicino, capace anche di coprirli e in un certo qual modo allontanare la loro lo spettro dell'arresto, poi arriviamo fino al massimo, che allora il moderato islamico si trasforma lui stesso al momento giusto in terrorista, in sostanza dire moderato è come dire un terrorista ad orologeria. 

Gesù diceva, che i medi, i moderati lui li vomitava, perché non erano ne freddi e ne caldi, per cui Gesù stesso fa capire che noi di cultura cristiana non possiamo accettare i moderati perché essi sono pericolosi, infidi e maligni, peggio di chi è freddo, peggio di chi si pone a sinistra, sono quelli che ti tradiscono con tutti, sono quelli che se gli volti le spalle ti pugnalano, sono quelli che si dicono moderati e poi ti sgozzano se ne hanno la possibilità. Ed infatti Cristo diceva che i moderati li rigettava.  

Quindi il moderato è una scusa per dirsi sempre disponibile a divenire il peggio di se stesso. 
Nel caso islamico il moderato è colui che è pronto a divenire un combattente contro chiunque gli si opponga, di conseguenza possiamo dire che, chi sostiene e difende anche un presunto terrorista e egli stesso un terrorista! 

Perché pronto a divenirlo, essendo che esso stesso si professa moderato, quindi tutti i moderati islamici sono da vomitare, cioè da rigettare, come intenzione e come auto proclamazione, preferisco che mi dicano sono un vero islamico, con tutto quello che preclude la loro religione, piuttosto che mi dicano sono un moderato perché nell’islam autentico non esiste nessuna moderazione, e in patria loro, il moderati non esistono!

Quindi attenti cari eseri umani, quando vi dicono sono un moderato!! E’ una menzogna!  
Come è nel caso del cristiano sono un moderato, è una menzogna, sono uno che sta sia destra che a sinistra è una menzogna! Sono uno che sta con i gay e uno che sta anche contro è una menzogna! In realtà chi vi dice sono un moderato è colui che può benissimo essere il peggio del peggio, ed è certamente un traditore.

Giuda ne è l’esempio, stava con Cristo, ma al tempo stesso stava pure con gli Ebrei, perché era un traditore fin dal nascere.  Una persona che si pone sempre a metà, è una persona da rigettare, perché non cambierà mai ed anzi ti porterà  verso il suo bene che può essere il tuo male.

Non può stare con Dio e con mammona, perché amerà l’uno e odierà l’altro. Si servirà dell’ uno e abuserà dell’altro, finche uno dei due gli dia il ben servito.  

Questo si applica a chiunque, come può un veggente essere moderato, cioè essere ricco e anche veggente? Visto la veggenza cozza con il danaro! Ed anzi ama la povertà!?

Non esiste il moderato, esiste l’ingannatore!  Anche satana sa essere moderato e spesso lo è, ti dice di essere moderato quando in realtà ti porta lentamente, inesorabilmente solo dalla sua parte.


Un'altra cosa, i giornalisti che permettono a costoro di fare proselitismi, sono simili a costoro, perché il giornalista sa benissimo che questi attizzano gli animi, per cui esso vive su queste cose, fa infuocare gli animi, per ottenere lui stesso un guadagno, ma facendo così egli stesso indirettamente fa proseliti a favore del terrorismo e in un certo senso lo sostiene pure, dando la possibilità a questi di parlare e mostrarsi liberamente terrorizzando una nazione, mezzo stampa e Tv. L’unico modo veramente efficace per impedire a costoro di non fare proselitismi e lanciare le loro strane parole, che alle volte pare non aver alcun senso, e sembrerebbero quasi codici segreti, per chi ascolta. Sarebbe quello di non farli proprio parlare, impedire a loro di comunicare mezzo tv. Invece il giornalista di grido deve guadagnare molto per cui, più la folla s’infiamma e più l’odiens di alza e tutti sono felici e contenti, con l’effetto che esso stesso volontariamente o involontariamente permette l’islamizzazione del paese, e l’aumentare del terrore, creando disordini e via di seguito. Andrebbero puniti anche i giornalisti che permettono un eccessiva visibilità di costoro, perché si permette al terrorismo di farsi forte, innanzi ai molti tiepidi cristiani!


Quindi attenti a quando chiunque vi dica, io sono moderato rifiutatelo sempre, rigettatelo sempre, fategli capire il vostro pensiero affinché la giusta correzione sia un dono della saggezza che Dio vi ha elargito per gli altri e non sia solo per voi, un vanto!



sabato 18 luglio 2015

Kyenge: ​"Immigrati in casa degli italiani"



Pubblica sul tuo sito
La folle proposta della Kyenge: ​"Immigrati in casa degli italiani"

Giovanni Masini Sab, 18/07/2015 - 12:36

L'ex ministro, intervistato da ilgiornale.it: "Non possiamo portare le persone dove c'è sofferenza. Piccoli gruppi di profughi nelle case dei cittadini italiani"


La Kyenge forse ha preso un colpo di calore, ma se pensa che questa sia un idea intelligente, è come mettere la dinamite sotto il culo del governo. Ma che razza di proposte fà!!!! E quelli del Pd sanno cosa rischiano? Vuole che gli Italiani vadano a montecitorio con i fucili? Con una volontà del genere accadrà senza ombra di dubbio!!! Ma ci rendiamo conto, che certe idee servono per istigare la popolazione alla rivolta? Noi italiano non siamo razzisti ma ci state facendo diventare, siamo già in una situazione infuocata, ci mancano anche queste genialate, tanto per mettere carne sul fuoco.

Se pensa che gli Italiani si faranno mettere in casa anche un solo migrande, clandestico, mussulmano, terrorista si sbaglia di grosso!!! 

Gia il pensionato trevigiano ha potuto assaporare cosa significa prendere sotto proprio  tetto questi soggetti, gli hanno portato via tutta la sua pensione e si comportano pure come padroni in casa degli altri, con il rischio che se uno ha oggetti di valore spariscono subito.. per non parlare di famiglie con figli o anziani, ma nemmeno per idea, con il rischio di violenze su minori o anziani come ben vediamo in questi giorni. Allora siete voi politici di sinistra che volete creare l'insurrezione di popolo. 

La cultura di costoro è letteralmente conflittuale con la nostra, mi chiedo li metteranno in casa anche a chi è poliziotto e finanziere scommetto di no! Dato che non siamo tutti uguali.

Nessun Italiano, sano di mente accetterò una cosa del genere!!!

Che inizino i politici a dar il buon esempio da quelli del Pd, poi vediamo come andrà da loro se qualcuno sarà rimasto violentato oppure gli avranno rubato in casa o cose del genere, ma nemmeno per idea!! I politici si guarderanno bene anche le spalle per evitare che una possilità del genere li colpisca, ma che loro stessi lo propongonano per i loro cittadini, siamo proprio alla fine di questa Italia. Bene questo significa che nessuno delle sinstra  alle prossime elezioni vincerà, state tranquilli tutti gli italiani anche i vostri sostenitori anche i meno svegli voterannno in massa per la destra, state tranquilli. !!!!

La mia proposta molto più sensata, destinate un isola in mezzo al mediterraneo per accogliere tutta questa gente che arriva, fintanto che non si trovi una soluzione europea alla questione, non obbligare gli Italiani a divenire schiavi di un popolo barbaro, che ci vuole solo sterminare!!!! 

L'incompatibilità tra cristiani e mussulmani è sempre stata al calor bianco ora è anche peggiorata causa la presenza di terroristi dell'isis tra gli migranti. Come possiamo onestamente fidarci di far entrare nelle case degli italiani questi popoli che hanno un indole violenta.

Sul piano della fede cristiana.
Se fossi costretto ad una cosa del genere...
Io per esempio che prego da mattina a sera pregherei così forte da fargli venire l'emicrania, se non farli rivoltare. Non mi si dica che non è comportamento cristiano, no, è comportamento di salvare la pelle, se mi permettete, vedo che il pontefice non si porta in vaticano i migranti e più criastiano di lui, io non posso essere!!!  Intanto essere cristiani non significa sempre subire, ma anche combattere per i propri ideali, ed essere anche fortemente legati alle proprie convizioni religiose, e difendere anche la propria religione. Come i mussulmani difendono il loro credo, io difendo il mio come fanno loro. Mi sembra logico!!! loro danno la vita per Maometto permettete io faccio la stessa cosa per Cristo, ma vorrei se posso vivere pure io!!!! Come lo vogliono tutti su questa terra!!! Non facciamo gli ipocriti..

venerdì 17 luglio 2015

GLI ITALIANI DEVO RIAPPROPRIARSI DELLA PIAZZE!


LA STRATEGIA DELL’ISLAM APPROPRIARSI DELLA PIAZZE PER OBBLIGARE GLI ITALIANI A DIVENIRE ISLAMICI.


Quanto sta avvenendo nel nostro paese è qualcosa di spaventoso, tutte le piazze pian piano diverrano luogo di culto dell’islam che ovviamente sostiene l’isis, nascostamente, di conseguenza ciò far insorgere la popolazione che armandosi cercherà di cacciarli, ma questo è sbagliato l’unico modo per cacciare costoro dalla nostra amata patria, è questo … 


Gli italiani devo riappropriarsi delle piazze , ecc, facendo esattamente quanto fanno loro, cioè destinano il medesimo giorno di ramadan per la recita del rosario …  Così i cristiani che sono veramente tali, testimoniano la loro vera fede in chi è stato il fautore di tanta bellezza e ricchezza in questa nazione da quanto essa esiste.  Non dimentichiamo che per quanto la chiesa ne abbia combinate di cotte e di crude ma il vangelo di Gesù è sempre stato per ogni Italiano un esempio da seguire e Dio ha sempre dato alla nostra amata Patria molta fortuna e pace, dobbiamo per lo meno essere riconoscenti. ma i cittadini Italiani se vogliono contrastare l'agguerrita furia dell'islam contro ogni singolo libero cittadino, devono opporvisi usando le armi legali della non violenza nessuno può proiberi ad un cittadino Italiano credente cristiano di pregare dove esso vuole, anche fosse in una piazza allla presenza anche di altra fede. 

I cristiani preghino forte e chiaro, assieme è meglio che sa da soli, visto che i mussulamoni sono molto aggressivi. la chiesa sostenga la popolazione, invece di fare i conigli e calare le braghe innanzi all'invasore, pronta a cambiar casa, se le cose si mettono male, ma come dice Cristo nel messaggio, chi sta con l'avversario si condanna da solo. 




giovedì 16 luglio 2015

DONNE DELL'ISIS TRA I PROFUGHI!




E poi ci lagniamo che arrivano una barca di clandestini e li fanno dormire nelle case sfitte, con disagi immensi per tutti, e  chi ci dice che non siano tutti combattenti dell SIS qiesti che arrivano? Quale certezza abbiamo che non siaa così! Nessuna ovvio! Quando cominceranno a farsi esplodere allora si che scoppierà la guerra tra popolo e questi!!!

Voglio vedere chi difenderà chi!!

E poi ci dite che la popolazione non deve essere spaventata, ma se è l'invasione che stiamo vivendo che spaventa tutti, che siamo dicendo, a chi vogliamo raccontare frottole!!!

Cosa vediamo in questi giorni, che le istituzioni non gliene frega a nessuno se arrivano, se ammazzano, se portano malaffare, malattie e qualsiasi altra cosa, qui sono le istutuzioni stesse che non fanno nulla anzi parrebbe che diano man forte a costoro, non parlo delle forze dell'ordine, dei tribunali, dei magistrati, ma dei politici...

Le nostre proteste sono aria fritta!!
Avverrà quello che hanno già stabilito altri, una rivoluzione interna che si estenderà a tutta aeuropa, per poi confluire a una tragedia mondiale.

FINE DELL ITALIA UNITA NEL 2018

LINK : DAL 2018 FINE DELL ITALIA UNITA
articolo in fondo.


L’idea sarebbe buona se Renzi dasse alla Germania il sud Italia, per lo meno, le leggi tedesche essendo molto più restrittive della nostre farebbero cambiare la faccia del sud Italia, e la mafia scomparirebbe in poco tempo, senza ombra di dubbio in questo ci sarebbe un aspetto positivo. Ma credete che la Germania voglia il sud Italia? Ma nemmeno per Idea!! Loro vorranno le regioni più produttive e ricche, attaccati ai soldi come sono e che vedono solo l’oro verde!!! Senza ombra di dubbio, vorranno Veneto, Trentino alto Adige, Toscana, Emilia Romagna, se non tutto il nord Italia!...
E QUALI SONO I TERRITORI DESTINATI ALLA GERMANIA SI PUO’ SAPERE?
Ma bisogna essere dei pazzi, voler cedere territori Italiani ai Cruki visto che abbiamo sudato sette camice per uscire dall’impero austriaco, non abbiamo gettato al vento nella prima guerra del 15-18 un popolo per vederci di nuovo soggiogati dai Cruki. E’ ancora presente l’odio atavico della dominazione austriaca, anche se le generazioni oramai sono rinnovate, ma quelle vecchie hanno impetrato nelle menti di quelle nuove il loro profondo odio, figuriamo se l’italiano si farà mai dominare da un cruko! Ne che sia del nord o del sud, non parliamo poi della seconda guerra mondiale, che abbiamo tribolato per liberarcene. Ecco la beffa tedesca hanno perso la guerra, e voglio la vendetta, oltre a recuperare tutti i soldi dissanguando le nazioni, vogliono pure derubare alcune di alcuni territori … certamente con la complicità di politici che dell’Italia non gliene può fregare di meno, i patriottismo dove è finito? Ovvio non esiste più, solo i militari giurano per la patria ma i politici no! Che fanno quando giurano, fingono!!!Visti i risultati! Uno stato nelle mani di burattinai, che dei cittadini, delle forze dell’ordine non gliene frega nulla! E poi ci chiediamo perché l’Italia non va bene? Ma è ovvio con questa gente!!! Che mente sempre!!!
Mi chiedo i 60 camion d’oro arrivati in Germania, tutta la nostra riserva aurea a che è servita come garanzia per far cosa? Per rimanere legati ad una nazione sanguisuga? O per far si, che se un giorno fossimo venuti meno al nostro impegno Europeo pagavano il disturbo? E quanto valevano quei 60 camion pieni zeppi d’oro? Quanti miliardi coprivano? E dovremo dargliene ancora, sarebbe questa la soluzione della Germania? Prima ci derubano delle nostre riserve auree, poi ci portano via tutti nostri soldi ed infine portano via anche le nostre proprietà? E poi potranno fare delle nostre vite quello che vogliono, a questo punto mi chiedo forse meglio andare in Russia!!!
Così l’invasione mussulmana è assicurata, allora nessun cittadino si potrà più ribellare, perché le regioni diverranno nuove colonie per l’islam e la Germania manderà in Italia i mussulmani presenti nei loro territori, che bellezza, noi che vorremo liberacene saremo costretti non solo a temerli  ma saremo noi ad andarcene. Vedrete che così sarà se non ci muoviamo a far qualcosa !!!

Io dico fuori subito dall’Europa sanguisuga!!!

SI AL REFERENDUM CONTRO L’ERUROPA!!!!

I REFERENDUM PRO GAY SI POSSONO FARE

 QUELLI CONTRO L’EUROPA NO!

L’ITALIA NON ESISTERA’ PIU’ Dopo il 2018!!!





Ma voi ci pensate Renzi ci ha già venduti come schiavi alla Germania!!! 
Senza per altro chiedere al popolo sovrano nulla!!! 
E' da questo si vede quanto è realmente sovrano è il popolo!!! Come un due di picche!! 
Mi chiedo se il popolo , le forze dell'ordine, la magistratura sarà veramente contenta passare sotto la Germania, pensateci bene, cambia tutto il sistema di cose in toto, con questi nessuno sgarra più!!! I tedeschi non sono come gli Italiani ci fanno correre come siluri e se non lavori, ti tolgono stipendio e lavoro pure...
Giusto di questo ho parlato con un turco qualche tempo, che andè in germania per lavoro e ci rimase li 13 anni, mi disse che lì è tutto perfetto, sono però un popolo freddo, duro di carattere, ma grandi lavoratori, e con leggi che nessuno può far il furbo tutto funziona perfettamente, e se uno sgarra di una virgola ti fulminano, per quello li funziona tutto bene, diceva...Pensate a quelli che in Italia marcano per gli altri e tutti e papocchietti che si fanno, spariranno di botto, io per questo ci farei la firma, ma non credo che altri lo farebbero, io vedo che in ogni dove si va ci sono persone che hanno tutti il loro piccolo grande uinteresse, lì la magistratura fa quello che deve fare e il tempo non lo perdi di certo. Non come qui, che tutti giggillano, da un certo punto di vista ci vorrebbe qualche annetto sotto una dittatura come quelle tedesca, ma poi perderemo la nostra identità di Italiani e di popolo libero. Sicuramente una volta che finiamo sotto di loro, è finita definitivamente, pensateci se ci te nete a far i vostri affari come li avete sempre fatti...per quanto noi Italiani, brontoliamo da mattina a sera, però non rinuceremo mai ai nostri affari come ci piace a noi, la verità è molto diversa da quella che si sbandiera, a voce alta tutti dicono che si vuole l'onestà, ma realmente poi ognuno fa quello che gli aggrada di più.
 SIAMO ONESTI! 

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°


Renzi Shock : “Daremo alcune regioni italiane alla Germania per pagare il nostro debito pubblico” MA NESSUNO NE PARLA

Home»Cronaca»Renzi Shock : “Daremo alcune regioni italiane alla Germania per pagare il nostro debito pubblico” MA NESSUNO NE PARLA



Posted By il telegrafo on lug 15, 2015 in Cronaca, Curiosità,Home |FACEBOOK15K

Il debito pubblico italiano ha sfondato i 2.200 miliardi, arrivando a maggio a quota 2.218,2. Ad attestarlo è il bollettino statistico ‘Finanza pubblica, fabbisogno e debito‘ di Bankitalia, che rileva come nel corso del 2015 sia cresciuto di 83,3 miliardi di euro, pari al 3,9% del totale. L’incremento è stato di 23,4 miliardi nel solo mese di maggio.
Adesso anche l’Italia ha paura. Perché l’incubo, che stanno vivendo in questi giorni i greci, potrebbe essere vissuto anche dagli italiani.
I dati pubblicati dalla Banca d’Italia non fanno dormire sonni tranquilli a Matteo Renzi.
Renzi è andato a Bruxelles e con quel suo fare da primo della classe, ha fatto la sua proposta. Ma questa volta invece che un paese condizionato dai mass media, ha trovato,  Angela Merkel e David Cameron, ai quali la sua idea piace eccome. “NON ABBIAMO LE RISORSE PER ESTINGUERE IL NOSTRO DEBITO PUBBLICO, MA NON VOGLIAMO FINIRE COME LA GRECIA, VI DAREMO ALCUNI TERRITORI ITALIANI “.
È proprio cosi entro il 2018 alcune regioni d’Italia non ci apparterrano più, diventeranno proprietà dello Stato subentrante.
I cittadini italiani che, al 10 giugno 2018, saranno domiciliati in territorio ceduto dall’Italia ad un altro Stato per effetto del presente Trattato, ed i loro figli nati dopo quella data diverranno, sotto riserva di quanto dispone il paragrafo seguente, cittadini godenti di pieni diritti civili e politici dello Stato al quale il territorio viene ceduto, secondo le leggi che a tale fine dovranno essere emanate dallo Stato medesimo entro tre mesi dall’entrata in vigore del presente Trattato. Essi perderanno la loro cittadinanza italiana al momento in cui diverranno cittadini dello Stato subentrante.
Il Governo dello Stato al quale il territorio è trasferito, dovrà disporre, mediante appropriata legislazione entro tre mesi dall’entrata in vigore del presente Trattato, perché tutte le persone di età superiore ai diciotto anni (e tutte le persone coniugate, siano esse al disotto od al disopra di tale età) la cui lingua usuale è italiano, abbiano facoltà di optare per la cittadinanza italiana entro il termine di un anno dall’entrata in vigore del presente Trattato. Qualunque persona che opti in tal senso conserverà la cittadinanza italiana e non si considererà avere acquistato la cittadinanza dello Stato al quale il territorio viene trasferito. L’opzione esercitata dal marito non verrà considerata opzione da parte della moglie. L’opzione esercitata dal padre, o se il padre non è vivente, dalla madre, si estenderà tuttavia automaticamente a tutti i figli non coniugati, di età inferiore ai diciotto anni. Ecco cosa si è deciso in gran segreto quest’oggi a Bruxelles.
QUESTA NON È L’ITALIA CHE VOGLIAMO FERMIAMO QUESTO SCEMPIO, UN GOVERNO CORROTTO CHE CI STA PORTANDO AL MACELLO, I MEDIA NON NE PARLANO, LA STAMPA È CORROTTA ,NESSUNO CI DICE NIENTE, SIAMO ORMAI UN POPOLO ABBANDONATO A SE STESSO.






La Furia del vento è sempre esistita in Veneto!


Nel 1930 il tornado più distruttivo!


Delle volte leggo delle cose, che possono essere anche avere in parte ma non si tiene conto dei precedenti storici …
il veneto ma un po’ tutta l’Italia non è affatto territorio priva di rischio tornado, lo dimostra i tornadi Veneti, che è la regione con il più alto rischio degli stessi, causa la sua posizione mare monti molto vicina.

Il veneto fu colpito nel 1930 del più terribile tornado forse mai visto in tutto il mondo, attuale, un F5-F6… con venti di oltre 500km/h che ha raso al suole tutto per quasi 80km e un fronte di quasi 900mt … questo non è stato generato da geo-ingegneria, ma da eventi particolari della zona del veneto , pedemontano.



Ora che le manipolazione ambientali ci siano è risaputo ormai, e probabilmente chi le fa sfruttano le arre dove solitamente i tornadi si formano naturalmente, però non si dia una disinformazione apposta, per dire che non è mai esistito in Veneto il fenomeno, perché altrimenti si fa disinformazione di proposito, allora non si sa più chi vuole informare con giustizia e tutti diventano uguali agli altri.

mercoledì 8 luglio 2015

LA GRANDE MARGARET TATCHER

LA GRANDE MARGARET TATCHER 
COSA PENSAVA DELL'EUROPA UNITA! 
UN PERICOLO X LA DEMOCRAZIA.


ALTRO CHE LA MERKEL QUESTA ERA UN VERO CAPO DI STATO CHE GLI STAVA A CUORE IL BENESSERE NON SOLO DELLA SUA NAZIONE MA DI TUTTE LE NAZIONI!!

Europa stato militare, economico, politico?

Europa stato militare, economico, politico?

Se l’Europa divenisse uno stato unico dovrebbe avere un unico esercito su tutti gli stati membri, e questo farebbe si che essa non avrebbe più bisogno dell’appoggio militare degli USA, questo è poco ma sicuro. Anche l’istituzione dell’ Eurogendfors, ha in pratica un indicazione verso lo stato militare degli stati uniti d’Europa.

Per la politica statunitense fa comodo che l’Europa diventi uno stato militare?
Pensiamoci bene! 

Se fin ora essi non hanno spinto per tale condizione significa che per gli USA , un Europa militare unificata non fa per nulla piacere, anzi sarebbe un pericolo, perché essa potrebbe gestire il quadro militare dell’area europea e in parte asiatica senza il supporto degli USA con tutto quello che ne consegue e questo all’America non fa piacere per nulla, per cui essa mai spingerà affinché l’Europa diventi indipendente.

Alla Russia farebbe piacere, forse per paradosso si, perché un Europa gestita militarmente da un solo comando, potrebbe essere di supporto per eventuali problemi legati all’attuale situazione islamica dell’isis o di altri futuri problemi.

 Ma come vediamo le beghe tra stati europei sono all’ordine del giorno, per cui nessuno degli stati membri vuole abbandonare un suo esercito interno, e questo dimostra sempre di più, che non esiste un Europa reale ma solo fittizia. Se dovessimo essere investiti da una guerra extra europea ogni stato si svincolerebbe subito dall’Europa adottando misure di sicurezza per se stesso, questo è anche logico; lo abbiamo visto in questi mesi, già la Francia sta adottando politiche interne per la sua tutela, del suo territorio e del suo popolo alla faccia di tutti gli altri, in pratica ha deciso per conto proprio, di agire contro l’immigrazione senza chiedere a nessun altro partner europeo se era il caso far ciò o no, questo significa che la stessa Francia in realtà non è realmente e fortemente convinta della legalità dell’Europa e si svincola continuamente  dal legame con la stessa, lo dimostra il suo agire, perché essa stessa come anche la stessa Germania agisce per conto proprio per tutelare i proprio interessi prima di tutto, non guardando in faccia a nessuno, cosa per altro che impedisce agli stati vassalli di far altrettanto, guardiamo operazione mare nostrum e le altre. 

Ma allora dove sta l’Europa Unita? non esiste! è una scusa, forse dovremo dire un Europa in prova, non certo un Europa reale, manca tutto! non esistono le premesse per tale condizione, ne militare che è la cosa più importante, ma nemmeno a guarda bene politica e nemmeno economica, è solo un Europa finanziaria, dove in realtà le banche hanno trovato la scusa buona per accentrare tutta la ricchezza di tutti gli stati, questa è l’astuzia in cui tutti sono caduti.  Nessuno dei popoli europei vuole bene realmente all’altro, perché ci sono vecchie ruggini mai  risolte, ci sono tensioni palpabili, basta vedere i sorrisetti della Merkel quando parla degli stati vassalli. Quello che mi chiedo dopo che le banche avranno dissanguato tutte le nazioni, toccherà alla Germania essere dissanguata o No ! E cosa ne rimarrà dell’ ‘Europa in balia di qualsiasi popolo che la può conquistare, senza danaro, nessuno la difenderà, non credo che gli stati vassalli vogliano perire in questo modo … ma è quello che accadrà, svegliatevi, è ora di svegliarsi dal letargo che è durato anche troppo.

Scusate prima che eravate nazioni solide dove tenevate nelle vostre casse i vostri tesori non stavate bene lo stesso? Quando l’uomo vuole troppo, finisce per non avere nulla! Quando non ci si accontenta del giusto, non avrai nemmeno il resto. Pensavate di arricchirvi? e vi siete arricchiti veramente? Mah

Mi pare che il malcontento e il disagio dei popoli europei stia crescendo, invece di affievolire.
Guardiamo bene non mettiamo i salmi sugli occhi..e ricordate  siete voi potenti che alla fine ne perderete tutti, tutto. I piccoli bene o male qualcosa fanno, ma voi se perdete molto vi ammazzate. Se volete continuare a suicidarvi continuate, conoscete già come finirà.

È indubbio che l’Europa non sussiste, prima o poi si sfracellerà rovinosamente per tutti.

Ma pensate un attimo a questo, se gli USA si fanno le paturnie perché la Russia e la Cina si sono alleati economicamente e militarmente, pensate veramente che accetterebbero un Europa unita militarmente? Che potrebbe anche decidere di allearsi con la Russia!? Perché diventerebbe indipendente dagli USA. Pensateci bene!!! Loro hanno accettato un Europa finanziaria, ma per finanziare cosa e chi?

 Quel’è lo scopo reale dell’ ‘Europa finanziaria?

La banca Centrale Europea da chi dipende a sua volta?

L’Europa dei popoli è sempre stata solo propaganda, tanto fumo e null’altro! Quando mai fino a 50 anni fa e più c’è stato un vero intendimento tra europei, mai stato, e pensate che ci sia ora? Ma dove! 

Credo che Berlusconi sia un illuso quando parla dei fondatori dell’Europa, esprimendo il suo pensiero verso la Grecia o l’Italia, alla Germania dei fondatori dell’Europa non gliene importa nulla, sono altri gli interessi.


48 ore no, ma 5 giorni si!

Grecia, -5 giorni al fallimento a meno che...

Solo 5 giorni di tempo per evitare il fallimento. Il cronometro in Grecia è ormai implacabile e comincia a lampeggiare furiosamente, dimostrando che il tempo è scaduto, anzi tutte le scadenze di...


(Teleborsa) - Solo 5 giorni di tempo per evitare il fallimento. Il cronometro in Grecia è ormai implacabile e comincia a lampeggiare furiosamente, dimostrando cheil tempo è scaduto, anzi tutte le scadenze di questa lunghissima maratona, iniziata a gennaio, sono ormai scadute.

I 5 giorni di tempo sono quelli concessi ieri, non senza un atteggiamento di sufficienza, dai partner/creditori europei al governo greco, per presentare una nuova proposta di accordodopo il referendum che ha bocciato la proposta avanzata dalla UE

Una piccola proroga che è stata concessa solo per consentire al nuovo Ministro delle finanze ellenico Euclid Tsakalotos di formalizzare una proposta e procedere alla stesura di un documento sul quale partiranno nuovi negoziato. Secondo la stampa, Tsakalotos si sarebbe presentato alla riunione dei Ministri delle finanze senza proposte, ma non è quello che ha dichiarato il Premier Alexis Tsipras, secondo il quale sarebbero state fatte delle proposte (non scritte certamente). 

In realtà, la data ultima è quella del 20 luglio, quando Atene sarà costretta a rimborsare alla BCE un prestito di 3,5 miliardi di euro, che ha come garanzia titoli di stato e, dunque, comporterebbe tecnicamente il fallimento o default. 

La Grexit è uno degli scenari più probabili? Tsipras non ne vuole parlare, neanche pronunciare la parola fatidica, ma preferisce tergiversare, affermando che "il governo greco sta seguendo il mandato popolare per una soluzione sostenibile che metta fine a questa questione". Juncker si mostra invece preparato a questa ipotesi, e ieri sera ha ammesso "non escludo alcuna ipotesi, anche se in mattinata aveva dichiarato all'Europarlamento che la Grecia non deve uscire fuori dall'euro, riaffermando un principio di irreversibilità. Il Premier italiano Matteo Renzi è sempre molto ottimista e si dice convinto che un accordo si farà entro domenica.

La tabella di marcia. Questa sera altro appuntamento dell'Eurogruppo in conference call, mentredomenica si terrà il summit della UE in versione allargata (ieri era in versione ristretta a 18 Stati membri). 

Nel frattempo ad Atene si lavora convulsamente per stilare un nuovo piano di accordo, che preveda aiuti per 7 miliardi subito, tanto per superare le scadenze più imminenti ed un'eventuale ricorso all'ESM.Secondo il Ministro delle finanze Tsakalots, in Europa, "c'è la volontà politica di darci un'altra possibilità".



°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°


Qualcuno di buon'animo pagherà al posto della Grecia?
Forse il solito pantalone!


Ma la Grecia resisterà fino al 20 luglio, senza liquidità?
Non credo proprio!

Ma se ancora tergiversano e hanno prorogato di 5 giorni il tempo, come intendo dare i 7 miliardi entro pocchisime ore?
Se nulla di fatto c'è!

"c'è la volontà politica di darci un'altra possibilità".


Sicuri che c'è reale volontà?



Ma se la Grecia ha tempo solo 48 ore ci sarà una buona ragione.

Questo procastinare sembra quasi una beffa!

martedì 7 luglio 2015

USA - RUSSIA alle corde!?


link:GLI USA SI SENTONO MINACCIATI?


Pentagono: "Rischi di guerra con Russia e Cina in aumento". Mosca: "Usa aggressivi e provocatori"



""Il Dipartimento della Difesa.......... Usa si sentono molto più minacciati, e non escludono di adottare misure "più decise" in tal senso."""

"" capo degli stati maggiori riuniti (l'ufficiale di piu' alto grado nelle forze armate degli Stati Uniti), presentare il nuovo rapporto.. ha subito ammonito che è presente "una bassa ma crescente probabilità che gli Stati Uniti possano combattere una guerra con una maggiore potenza con conseguenze immense""".



Si conclude che gli USA hanno una voglia smodata irrefrenabile di ammazzare tutti, .. ma per quale ragione?

Chi siano queste potenze viene chiarito subito dopo. In primo luogo la Russia, che "ha ripetutamente dimostrato che non rispetta la sovranità dei suoi vicini (Ucraina) e la sua volontà di ricorrere all'uso della forze pur di raggiungere i suoi obiettivi". Dal testo, si legge anche che le iniziative di Mosca "stanno minacciando direttamente o per procura la sicurezza regionale"

Per la sicurezza regionale si scatena una guerra globale ma guarda un pò!!!! Non si cerca di trovare un compromesso, èèèè se no che figura da pirla ci fanno, èèèè figuriamoci...gli USA che abbassino la testa che siano secondo alla Russia? i memici giurati di sempr,. suvviaaa.....bisogna farsi sentire in altro modo e allora la strada è la guerra nucleare, poverini credono di uscirne bene!!!! 


"""Il riferimento qui non è solo al mancato rispetto degli accordi di Minsk, che Washington attribuisce tutto a Vladimir Putin, e per nulla al governo di Kiev, ma anche all'atteggiamento provocatorio e aggressivo tenuto dal "piccolo Zar" in tutta l'area scandinava."""

Sfottono pure, ma Putin è superiore a queste ridicole schermaglie, provocatorie, soitamente chi sfotte si sente inferiore e ha pure paura. 


""La replica del Cremlino non si è fatta attendere. Dmitry Peskov, portavoce di Putin, ha rispedito le accuse al mittente, affermando che le valutazioni del Pentagono sono prive di oggettività e che la strategia militare americana è "agressiva e provocatoria" "".

Hanno perfettamente ragione, infatti le parole sono volte ad aggredire e pure le loro azioni che sembrano innoque non lo sono, considerando che la Merkel è un estensione degli Usa ed essa fa quello che OBama gli comanda di fare, quindi i vari movimenti ed azioni europee in toto sono volte a destabilizzare l'eurozona al fine di aver e trovare l'opportunità di un'azione aggressiva contro la Russia.    

Velatamente, Depsey e i suoi colleghi, alla viglia delle primarie per le elezioni Usa 2016, hanno chiesto maggiori investimenti nel settore tecnologico-militare. A loro avviso, gli Stati Uniti hanno perso il primato di un tempo: "Quando si applicano a sistemi militari, questa diffusione di tecnologia va a sfidare il vantaggio competitivo a lungo detenuto dagli Usa in settori come l'allarme rapido".


Ecco la ragione gli USA si sentono schiacchiati da una supremazia Russa, per cui ovviamente tale situazione li innervosisce assai, non sentendosi più i padroni incontrastati del pianeta e non potendo più egmonizzare gli stati a loro sudditi, l'Europa anch'essa eccissevamente evoluta, ed altri e tener controllato il resto del mondo, in qualche modo, per poter portare sempre il loro pensiero, che attualmente è tutto proteso verso satana. Ora invece vedono che la Russia si è alleata con la Cina come predetto da Nostradamus, prefeta stregone, che c'ha azzecato in pieno, e ha azzecato anche la futura guerra nucleare, molto attinente quasi imminente, dal quale ricordo che vi è scritto che gli USA verranno distrutti, tanto per essere precisi, anche altri profeti hanno detto questo, quindi lo stregone ha azzecato, e per non sbagliare pure un meteorite oscuro che per ora nessuno vede ma arriverà, terminerà l'opera. Quindi kaput USA.

""Non mancano, poi, le critiche alla Repubblica Popolare Cinese, e il conseguente supporto alle ragioni del Giappone di Shinzo Abe. Per il Pentagono: "le attività della Cina stanno alimentando la tensione nella regione Asia-Pacifico". Tale valutazione è in relazione alla costruzione di isole artificiali a migliaia di km dalla propria costa, allo scopo di rivendicare la territorialità dell'80% del Mar Cinese Meridionale. Tutto ciò in contrasto non solo degli interessi nipponici, ,ma anche di Filippine e Vietnam.""

Ovviamente i cinesi vorrebbero replicare l'attività USA, e dicono ma per quale ragone noi non possiamo espanderci come fecero gli USA? la domanda che si pongono è anche giusta da un certo punto di vista, per cui gli USA devono tassativamente limitare l'avanzata della Cina, che non dimentichiamo che gli Stati Uniti tanto forti e potenti che hanno un ingente debito nei confronti della Cina per cui una guerra potrebbe azzerare i debiti, furbi però!!!! a un guerra nucleare distruggere parti del globo che rimarranno per decenni se non centinaia di anni riadiottive. Ma evidentemente agli USA non gliene frega nulla, evidentemene si sono dati al martirio.

""Per quanto concerne l'Iran, invece, non c'è nessuna revisione rispetto al 2009: la Repubblica islamica, insieme alla Corea del Nord, alla Russia e alla Cina, rimane nella lista delle nazioni che rappresentano "gravi preoccupazioni di sicurezza". Presa di posizione, questa, che farà molto discutere, proprio mentre il negoziato sul nucleare a Vienna procede a rilento e il Congresso si è riservato il diritto di ratificare un eventuale accordo tra Teheran e paesi del 5+1.Infine, nel documento è incluso anche un passaggio sull'Isis e altre organizzazioni terroristiche. Queste saranno fronteggiate in "conflitti che esploderanno più rapidamente, dureranno più a lungo e avranno luogo su un campo di battaglia molto più tecnicamente difficile""

Se è vero che si sta tentando di limitare il proliferare delle armi nucleari in paesi come Corea de nord, Iran, ecc, se è vero, sicuramente la coera del nord è un rischio atomico non da poco, mentre non vedrei pericolosa la Cina visto che il loro intento è quello di evoleversi sempre di più in senso tecnologico economico e ci stanno riuscendo bene in tutti i settori, forse il problema è proprio questo, gli Usa si sentono schiacciati, dall'evoluzione degli stati nel mondo e vorrebbero riportare e ridemensionare tutto com'era circa 50 anni fa, quando gli Usa erano lo stato incostrasto più forte, almeno sulla carta, ma ora ciò è diverso e di molto, questi discorsi del cavolo, sono di persone ottuse, che vogliono solo schiacchiare il nemico, per manetere una supremazia, e quando vedono che qualcuno emerge allora si scatenano, non permettendo a nessuno di evolversi tecnologicamente, tanto che anche nel discorso brevetti, ponete il veto, questo la dice lunga, su chi siete.  Dove sta la tanto decanta loro libertà? Non esiste sono chiacchere, o meglio dire ci rendete liberi di professare quello che ci pare ma non ci rendete liberi di diventare tecnologicamente superiore a voi, altrimenti è finita, diventi nemico, da distruggere. La Russia, e la Cina alleate, che cercano altri parteners economici per potenziare i loro scambi commerciali per il bene delle loro rispettive nazioni, ma ciò è intollerabile da parte degli Usa che non posso sopportare poverini, che ci siano altri che eguagliano la loro tecnologia ed economia. Mi chiedo fin quando pensano di tener il mondo condizionato sotto i loro riflettori, prima o poi gli schiavi si scatenano. 
Quando sarebbe molto più semplice vivere se ci fossero degli intenti comuni, e non una continua guerra di supremazia, portata avanti da chi dice di combattere per la pace, invece qui si combatte per arrivare ad una guerra che definisca definitivamente un quadro a favore gli USA così pensano i loro statisti e chi spiritualmente ha fatto credre loro così.. Allora adesso combattono la loro creatura ISIS, per ridimensionarla, così fanno credere ed intendere, solo Dio sa cosa c'è nelle loro teste e nei loro intenti. 
La guerra nucleare ci sarà senza ombra di dubbio!!! Vi state tutti preparando, per l'ora, il giorno, il mese, l'anno...il problema è, che gli USA non saranno più un problema dopo, ridimensionati di molto pure loro.

E tutto ciò per cosa? Perchè uno stato ha la smania di domiare gli altri? Come lo è la Germania che da decenni ha importato il modello hitleriano, che disegnava un Germania egemonica e dominatrice su tutto il mondo? Oggi adottano lo stesso metro gli USA. Non è cambiato molto il mondo da allora, sono cambiate le tecnolgie, i popoli, ma il resto rimane uguale. C'è sempre qualcuno che deve dominare e deve ricostruire gli imperi, evidentemente si ha nostalgia dell'Impero Romano. Certo gli Usa non possono eguagliare la sua espansione, forse avrebbero voluto...E forse oggi vedono il leone Putin assomigliare sempre più ad grande monarca, che curiosamente è pure cristiano, e anti sanatista, ed anti omosessualista. Sotto questo punto di vista, è poco ma sicuro che Dio preferisce un Putin ad un Obama. Poi il tempo mostrerà le sue carte e si saprà veramente dove tutti vanno a collocarsi. 

E' sotto gli occhi di tutti, chi vuole la guerra siano gli USA, neppure la vecchia Europa vuole ciò, per cui Obama prima o poi sarà messo da parte, ma sicuramente non è stato creato per nulla l'isis, se l'hanno invetanto gli americani significa che useranno quello come scusa per scatenerare un conflitto...anche se lo combattono in qualche modo.....cerchiamo di vedere lontano, lontano... nessuno neppure le MEKEL vuole ammazzare un solo appartenente del suo popolo teutonico, visto che la grande Germania in questi anni  ha avuto un fiorire notevole con i soldini dell'operazione Europa. Buttare via tutto ciò per cosa, per un paese oltre oceano che fa le bizze? Sarebbe da stupidi! Non credo che la Mekel sia così poco attenta e poco prudente; per fare bene alla Germania ha sempre usato grande furbizia e si va buttare in guerra senza speranza? Non mi pare che sulla sua faccia ci sia scritto Gioconda! .

Europa con il pugno duro!!!

link:Proposta scritta

"17.30 - E' arrivata la dichiarazione di Jeroen Dijsselbloem. Il Presidente dell'Eurogruppo ha detto alla stampa "Vorremmo ricevere una proposta scritta [da parte della Grecia] molto rapidamente". Ed ha aggiunto: "I greci ci manderanno una richiesta di aiuti Esm entro domattina, e un nuovo Eurogruppo telefonico la valuterà, poi ci invieranno una lista di riforme"."

 Questo modo di parlare dispotico, da l'impressione di essere più negativo che positivo!

" riforme credibili basate su un'equa distribuzione dei sacrifici"  Quali sacrifici dovrebbe fare la Grecia dato che ha un debito così spaventoso, che non sarà facile ripianare? 
Come potrebbe fare sacrifici se è quasi al collasso!
Li può fare un paese che ha mezzi anche minimi, ma un paese che è quasi al collasso ha solo bisogno di essere rifocillato e non  chiedere nessun sacrificio, almeno per un quinquennio. 
Questa proposta è assurda.

""12.55 - Secondo quanto rivelano alcune "fonti europee" ad alcune agenzie stampa italiane il premier greco Alexis Tsipras avrebbe chiesto un prestito ponte "da erogare entro 48 ore" complessivo di 7 miliardi di euro ai vertici di Bruxelles per far fronte all'emergenza dei debiti in scadenza ed evitare il default."""

Se le 48 ore sono comprensive da oggi, ciò significa che alle 13: di dopo domani qualcosa si dovrà muovere, ma visto il tono della coalizione europea, mi sembra strano che questo fondo verrà dato in così poco tempo...visto che pare vogliano nn documento scritto e  poi una valutazione, non credo che la cosa arriverà tanto rapidamente... da l'impressione invece del contrario;  sembra quasi un tentativo di tener sulle spine la Grecia al fine di costringerla ad accettare le proposte dell'Europa(Germania e Francia), visto il tempo ristretto. 


""Ecco cosa dice l'organizzazione internazionale: "gli sviluppi Grecia potrebbero avere un sostanziale impatto sull'Italia tramite effetti sulla fiducia, anche se l'esposizione diretta è limitata". E "limitati sono i rischi di contagio a breve termine"."
Qui c'è solo il desiderio di far crollare anche l'economia italiana...pare che ci sia qualcuno che voglia spingere che anche l'Italia abbia problemi in tal senso e si vuole dare l'impressione che l'Italia abbia i giorni contati, non farnetichiamo. Io se fossi i mercati Italiani non mi preoccuperei di queste chiacchere atte a solo a buttar fango sull'Italia. Guardiamo la Grecia cosa farà e cosa eventualmente potremo fare in ogni caso.

Il pungo duro sarà veramente la mossa giusta?




lunedì 6 luglio 2015

Andamento isterico dei mercati.

Andamento isterico dei mercati.

Con la vicenda greca si è evidenziato come i mercati di tutto il mondo reagiscano in modo isterico, al mutare delle situazioni politiche anzichè reali ed economiche di un paese. Come se fosse la politica ad indurre la crescita economica di una nazione, quando in realtà l’Italia ne è un esempio, quello che muta realmente non è l’alternanza dei politici al vertice di un paese, ma semmai, la capacità e l’inventiva dei suoi abitanti, che agiscono sulla crescita di un paese, insomma è l’economia di una nazione che fa la differenza reale sul mercato. Invece oggi giorno è la politica che rende isterico il mercato e sulla base di queste isterie ed euforie si regolano i mercati, i quali non seguono più il reale andamento economico e finanziario di uno stato, ma guardano alle parole dei rispettivi governi, per cui se cade o sale al potere uno o l’altro, i mercati fanno scendere o salire l’ago della bilancia costringendo l’economia reale a fluttuare, in un mare turbinoso senza meta ne coda, prendendo per i capelli le aziende che vengono sbattute di qua e di là, come se fossero fuscelli in balia di un vento impetuoso, così ogni volta che c’è un mutamento, un idea, un proposta, una parola, tutto viene stravolto, per poi tornare normale nel giro poco tempo. In sostanza l’economia reale non conta nulla, contano invece le chiacchiere di amministratori, politici, presidenti, re, militari, terroristi, tutti coloro che in definitiva con il loro parlare e il loro agire, attentano in sostanza all’economia dei rispettivi paesi e quindi di tutte le nazioni del mondo. Se invece i mercati non si lasciassero prendere dalle isterie politiche dei loro rappresentanti, e guardassero di più realmente a quello che è il mercato interno ed esterno dei singoli  stati, non ci sarebbero queste drammatiche convulsioni economiche che in un attimo posso distruggere capitali immensi, o far la felicità di altri.

Il caso greco è emblematico, nel giro di pochi giorni, la politica ha sconquassato il mercato internazionale, come se ogni altro stato fosse direttamente coinvolto nel dramma Greco, cosa falsa, se guardiamo bene, l’enconomia Italia non dipende alla Grecia , così come  non dipende quella tedesca, ne Francese, ne Giapponese, ma siccome i mercati si orientano mediante certi parametri, ecco che d’incanto tutte le economiche curiosamente subiscono danni, senza quasi nessun senso. L’isteria domina il mercato, paure immotivate spesso stanno alla base di grandi catastrofi spesso indotte da eventi non propri. 

La Grecia cade, e allora tutti dietro senza ragione, cadono tutti i mercati, ma sarà mai possibile che il contagio sia così senza motivo d’essere. Gli altri stati europei e internazionali, come una catena patologica, come un malattia infettiva, ne hanno subito una perdita, quando in realtà all’interno delle loro stesse nazioni, non sta avvenendo nulla di traumatico per indurre un contagio economico che possa realmente portare ad un problema di egual tipo. Ovviamente le economie più attente ed intelligenti non si lasciano prendere la mano, mentre quelle isteriche si fanno travolgere senza senso. 

Così invece di ottenere che solo una nazione ha problemi di tipo economico-politico e il suoi mercati possono anche crollare, tutte le altre per una forma isterica dei suoi appartenenti si fanno contagiare, non pensando che così facendo anche le singole economie ne avranno una perdita indotta da questo vizioso meccanismo perverso. Poi ci sono anche i soggetti che remano contro affinché le economie di alcuni stati vengano debilitate in modo tale da indurre scenari drammatici sulla scorta di altre nazioni o interessi di altro genere. Le compagnie di rating sembrano costituite proprio per creare questi disagi, fatte su misura fuori dal mercato per indurre il mercato dei singoli stati ad essere in movimento, evidentemente esse non sono come dicono indipendenti dalla volontà di altri, ma dipendenti da nazioni e azioni, atte a destabilizzare l’economia dei singoli come quella delle grandi nazioni, tutto in un gioco perverso di movimenti che dovrebbero indurre l’alternarsi delle economie in modo da dare ad altri la possibilità di ingenti guadagni, le agenzie di rating dicono che non sono soggette a voleri esterni, ma questa cosa è poco credibile dato che le stesse non sono composte da robot inanimati che calcolano situazioni possibili e futuribili sulla base solo di metodiche matematiche, ma sono esseri umani che agiscono e quindi tali esseri umani non essendo robot, si fanno condizionare anch’essi per quanto essi stessi dicano che non è così. Ma è indubbio che l’essere umano decida in base a una variabilità di situazioni e interessi personali e non, che un robot non avrebbe. 

Per cui alle volte queste agenzie che fanno studi probabilistici su eventuali andamenti, potrebbero essere realmente indotte anche involontariamente a punire o premiare un paese anziché un altro, spesso sulla base di problematiche politiche anziché effettivi problemi economici. 

Il caso Grecia, direi che era scontato sia il suo disagio che l’andamento del voto, come lo è per l’Italia è indubbio che Germania e Francia abbiano sempre considerato le nazioni dell’Europa del sud come entità di secondo livello e non simili a loro, per cui la responsabilità del crollo Greco è proprio di queste nazioni del nord Europa che sentendosi superiori, hanno contribuito al disagio che i cittadini del sud Europa si sentano ne più e ne meno come schiavi di un Europa a più di una velocità. È sotto gli occhi di tutti, i sorrisetti da parte della Merkel ed altri politici quando si parla di politici Italiani o altri, per cui è indubbio che l’italiano come il Greco si senta un tantino offeso.  È indubbio che la Germania si sente forte economicamente parlando, beh lo sarebbero tutti se ognuno avesse a disposizione i soldini provenienti dalle casse di tutt’Europa.  
Per cui adesso che fare? la vittoria del No greco, è chiara come il sole e quindi fa capire l’insofferenza del suo popolo che certamente non vuole tornare sotto l’egida Europea, perché altrimenti non avrebbero votato massicciamente contro l’Europa, ma a suo favore. Quindi qui il problema è solo se aiutare finanziariamente la Grecia senza che questa ritorni ad essere “schiava” della Germania. Non credo che sarà molto facile, perché è indubbio che se hanno un debito qualcuno lo dovrà pur pagare, se non sono loro, qualcun altro dovrà sobbarcasi il loro debito, certo lo potrebbe fare la stessa Germania visto che tra tutti gli stati Europei è       quello che ha i maggiori benefici, e anche un andamento economico direi di tutto rispetto, può tranquillamente far da garante e chiedere a suoi concittadini di pagare loro …. ne dubito altamente che ciò possa avvenire …. oltretutto potrebbe mostrarsi non schiavista se vuole che una ribelle Grecia, torni  nelle euro-zona, che in questo momento non vuole proprio rientrare, rischio anche rivoluzione.

Ma certamente se gli Usa temono che la Grecia possa prendere la strada per la Russia, anch’essi dovrebbero agire al tal proposito e importare capitali nel paese, forse gli Usa potrebbero far la differenza, forse.  Sempre che gli USA non abbiamo altri intenti.
Quindi la patata bollente Grecia, va soppesata molto bene, perché il rischio che possa spappolarsi è elevato.


L’Italia se pensasse invece per conto proprio dovrebbe subito muoversi, e non attendere le decisioni della Germania, visto che siamo più parenti dei Greci che dei tedeschi, umanamente parlando forse potremo far qualcosa per loro, anche se la Grecia non dovesse tornare all’interno dell’Euro-zona. Credo che questo sia il momento propizio per mettere la mani avanti, se l’Italia è intelligente. 



sabato 4 luglio 2015

IL PERICOLO VIENE ANCHE DALLA NATURA!

IL PERICOLO VIENE DALLA NATURA!

ZOO E CIRCHI, quando la natura importata diventa pericolosa.

Già nel passato sono avvenuti diversi episodi, ma in questi  giorni mediante la rete sono  sempre più evidenti le incompatibilità tra la vita degli animali feroci e quella della civiltà umana moderna.
Anche nell’antichità vi era la mania di tener animali pericolosi, e usarli per il divertimento del pubblico, ma attualmente con l’aumento considerevole della popolazione, e soprattutto con gli eventi atmosferici e fisici terrestri sempre più frequenti, che portano alla fuga dagli zoo degli animali, specialmente quelli più pericolosi come leoni, tigri, pantere, iene, coccodrilli, insetti e serpenti mortali ed altri, estremamente pericolosi, ci devono far riflettere sulla necessità di cambiare le regole sull’importazione di belve feroci nei nostri paesi europei e di recluderle in spazi angusti. Dove sta la civiltà quando queste bestie per quanto vengano tenute bene, ma sono segregate e stressate nel rimanere confinate in piccoli spazi, ovvio che quando queste si vedono libere causa terremoti, smottamenti, frane, alluvioni, ecc, non vedono l’ora di mette i loro denti su qualsiasi cosa che sia muova che sia bestia o esseri umani, è la loro natura essere feroci, è la loro natura essere predatori, per cui è necessario lasciare nei rispettivi ambienti gli animali pericolosi; abbiamo già molti casi di cani che sbranano bambini ed adulti, ci mancano  anche i grandi carnivori, a completare l’opera. Provate a pensare se in uno area densamente abitata avvenisse un qualsiasi evento sismico o di altro genere e gli zoo i circhi della zona dovessero fuggire tutti queste bestie, quali conseguenze esse porterebbero, nessuno sarebbe al sicuro, ne il ricco, ne il povero, ne il politico, ne il re. Per quale scopo li importiamo per nostro diletto o per un sadismo innato? Basta agli zoo e ai circhi dove ci siani animali pericolosi.

Terrore al circo, leone inferocito. Spettatori sotto choc

A Leopoli, in Ucraina, durante un'esibizione circense, Oleksie Pinko, addestratore di professione, è stato improvvisamente aggredito a una gamba da uno dei leoni presenti in gabbia

 

A Leopoli, in Ucraina, durante un'esibizione circense, Oleksie Pinko, addestratore di professione, è stato improvvisamente aggredito a una gamba da uno dei leoni presenti in gabbia. Gli addetti alla sicurezza sono intervenuti con sbarre di ferro e getti di acqua ad alta pressione per cercare di distrarre la bestia inferocita. Mentre il tutto accadeva in pochi secondi e di fronte al pubblico impietrito, il leone improvvisamente diventato bellicoso ha tentato di oltrepassare la recinzione che divide l'arena dagli spalti. Fortunatamente, alla fine il leone ha prima mollato la presa. 

Terrore in città, leone fuggito dallo zoo sbrana passante

L'animale, scappato dallo zoo di Tibilisi per l'alluvione che ha provocato 19 morti, ha attaccato uomo che faceva benzina


Un passante sarebbe stato sbranato da un leone fuggito dallo zoo di Tbilisi assieme a molti altri animali a causa dell'inondazione che ha colpito la capitale georgiana. Lo riferisce l'agenzia russa Regnum citando i media locali e lo riporta Ansa. 

L'aggressione sarebbe avvenuta nella notte nei pressi di un distributore di benzina vicino alla piscina "Laguna Vere". Nelle inondazione, dovute alle forti piogge che hanno colpito la capitale della Georgia, hanno perso la vita almeno 19 persone.
Il nubifragio ha distrutto le recinzioni dello zoo cittadino, lasciando in libertà gli animali tra cui leoni, orsi, tigri, lupi e anche un ippopotamo. Alcuni sono stati uccisi, tra cui sei lupi, altri localizzati, ma non è chiaro quanti animali siano riusciti a fuggire, mentre il premier georgiano, Irakli Garibashvili, ha invitatola popolazione a non lasciare le abitazioni fino a quando non saranno catturati. Per contribuire alla cattura degli animali che vagano per la città, il ministro dell'Intero ha mobilitato anche le forze speciali.


Pronto Soccorso Animali.

Pronto soccorso animali Tv Questo annuncio è per un amico che mi ha chiesto di far crescere questa pagina a favore degli animali e di qua...