martedì 7 aprile 2015

Il nome influisce sul carattere del nascituro

Il nome influisce sul carattere del nascituro

Pare strana questa cosa eppure ha il suo fondamento, dal punto di vista logico è illogica, però molte persone riscontrano che il nome dato al figlio/a poi ha un effettivo riscontro nella realtà, addirittura c’è gente che asserisce che il nome o i nomi attribuiti ai figli, o loro stessi nomi, caratterizzano così grande demente la persona che il nome stesso identifica ed influisce la natura psicologa dell’individuo, certo poi ci sono i casi, le varianti, ma generalmente il nome che il soggetto porta influenza in certi casi in maniera determinante le caratteristiche caratteriali e psicologiche dell’individuo.
Anticamente per alcuni popoli vi era l’usanza di attribuire al nascituro più di un nome, come forma talismanica o che portasse bene, attualmente non vi è più questa usanza, però egualmente il nome continua a svolgere la sua funzione negli individui. Porto alcuni esempi
Mia madre ha 4 nomi: Elena, Bianca, Soave, Vilma … e a guardar bene effettivamente senza volerlo, perché nessuno ha certamente voluto una cosa del genere, i suoi nomi di battesimo, hanno influenzato enormemente sul suo carattere e sulle caratteristiche peculiari della personalità e possiamo dire anche le doti intrinseche. E’ stata una cantante lirica e la sua voce per quanto fosse un soprano drammatico, ma aveva la caratteristica di essere soave, infatti veniva definito soprano angelicato. Bianca rispetta la sua caratteristica di purezza un animo molto portato alla verità, quindi portato a far tutto nella giustizia. Vilma o Wilma è un nome di origine germanica da Guglielmo cioè elmo è un nome che esprime forza di volontà e protezione ed infatti guarda caso è una persona molto protettiva, e anche con un forte personalità.
Una mia cugina si chiama Costanza, ed infatti la madre mi ha detto che il nome ha avuto un notevole preponderanza, soprattutto per tutto quello che curiosamente la ragazza è molto costante, si impegna molto, negli studi e nel lavoro che fa, non è tipo che si stanchi.
Un ragazzo che ho conosciuto si chiamava Paolo Fortunato, effettivamente questo paolo era molto fortunato, tanto che mi ha detto che non si è mai ammalato, che tutto gli andava bene, specialmente nelle cose degli affari.
Un'altra signora l’avevano chiamata Immacolata, questo nome , che non è un nome, ma un appellativo che si da alla Madonna, pare che a questa donna non abbia portato molta  fortuna, ed anzi ho visto che molte persone con questo nome, predano delle caratteristiche caratteriali spesso contrarie al nome stesso. Quindi mi sono fatto l’idea che forse dare appellativi legati alle figure principali delle religiosità cristiana non si a un bene, forse sortiscono un effetto come di offesa e di conseguenza invece di portar bene, potrebbero influenzare negativamente sul carattere.
Altro nome che personalmente mai darei a qualsiasi, ma una volta si dava di tutto … Lucifero, questo nome dell’omonimo Demone, pare che abbia portato fortuna ad alcuni e sfortuna ad altri, certo Lucifero non se ha certo a male se qualcuno attribuisce ad un figlio il suo nome, anzi forse penso che sia anche contento. Certamente solo i seguaci di satana, danno questi nomi demoniaci ai figli.
Io per esempio conosco un ragazzo che è diventato prete e curiosamente ha scelto un ordine che molto devoto a S. Michele , infatti il suo terzo nome è Michele, per anni dopo il suo sacerdozio per una strana fatalità è dovuto andare alla parrocchia dove era nato, e si accorge che ha un terzo nome e guarda caso è proprio Michele. Fatalità molto strana, no!
Altro esempio mia sorella fino a poco prima che si sposasse, se io che mia mamma sapevamo che il  suo nome era composto solo da due nomi Anna Maria, va all’archivio anagrafico della curia, si accorge che ha un terzo nome, siamo rimasti perplessi e pensavamo che ci fosse un errore, invece no, ma mia madre si chiese chi avesse apposto in terzo nome senza che lei ne sapesse nulla, o è stato un sbaglio, oppure mio padre lo aggiunse, non si sa come, fatto sta’ che il nome del Marito è Simone e il suo terzo nome è Simonetta … la cosa ci ha lascito tutti di stucco … lei non sapeva , noi non sapevamo, per cui la sorpresa fu abbastanza scioccante soprattutto perché il marito chiamandosi Simone e lei di terzo nome Simonetta si è capito che non si sono trovato per caso.
Ma ve ne sono tantissimi nomi che influiscono direttamente o indirettamente sul carattere, sulle caratteristiche della persona e anche sulle vicende della vita del soggetto, come  avvenire questo, nessuno lo sa, però un dato interessante questo accade solo con persone che sono battezzate, oppure che sono nate in Israele, per cui entrambe le religioni hanno lo stesso Dio.
Io infatti consiglio sempre ai genitori di dare ai figli non solo un nome principale ma anche almeno due secondi nomi, proprio perché so, essi possono influenzare in maniera determinante il futuro del nascituro, ovviamente anche se i nomi non verranno più usati, ma non ha importanza, una volta che rientrano nel battesimo, è questa la cosa importante faranno il loro effetto …  sembra una cosa curiosa quasi superstiziosa ed invece così non è. Perché la superstizione per far effetto deve essere reiterata altrimenti non è superstizione.
Per esempio io consiglio al primo nome di associare il nome di angelo, la tradizione ne ha 72, che in realtà sarebbe nomi di Dio, questi portano tutti bene, ogni nome ovviamente determinerà le caratteristiche del soggetto, ma anche aggiungere altri soprannomi di parole ce ne sono tante quanto il dizionario, si può volendo mettere di tutto, ma bisogna pensare bene.

Ci sono studi sulla psicofenomenologia … questo è un ottimo articolo che vi da a grandi linee alcuni  interessanti spunti di riflessione..



NO ALLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE

NO ALLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE  Non c'è anno che passa che non si cerchi di arginare la violenza contro le donne, ad ogni ...